L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

09/01/2005 19:07:27

Depressione

Sono ricaduta nella depressione. E' la seconda volta, a distanza di sei anni. ppper la verità all'età di 26 anni, subito dopo la morte di mia madre, seguita a poco più di due anni da quella di mio padre, mi sono sentita sbandata e già priva di voglia di vivere, tanto da aver tentato il suicidio. Poi la vita è continuata, con le difficoltà dovute al non aver potuto formarmi una mia famiglia. Vivendo in un paese del Sud, all'epoca le donne della mia età erano definite zitelle, dopo una relazione con un ragazzo più giovane di me ostacolata per questo dalla sua famiglia, mi sono trasferita al Nord, continuando a lavorare come insegnante di scuola elementare. Non sono stata capace di integrarmi e costruire amicizie, pur non essendo particolarmente banale, anzi spesso elogiata per le mie qualità. Insomma, sei anni fa, in concomitanza con eventi stressanti, ho avuto un altro calo nella depressione. Ho ingurgitato ansiolitici e alcol e sono finita in ospedale. Decisa a trovare un luogo più adatto alla facilità di relazione, sono approdata in un paesino delle Marche. Subito sono iniziate difficoltà dovute a una truffa subita nell'acquisto dell'abitazione, con ricorsi a legali e all'Autorità giudiziaria che mi hanno gravemente stressata. Nel frattempo la mia vita personale non migliorava, sono rimasta isolata più che mai. La rimanente famiglia di origine è distante e non mi sono sentita del tutto capita, aiutata e supportata in quese recenti difficoltà. In questi giorni, in concomitanza con le vavcanze natalizie, il mio stato è peggiorato e i sintomi che trovo descritti nel vostro sito li ritrovo tutti. Il pensiero di non farcela a riprendere le occupazioni di sempre, peraltro diventate sempre meno soddisfacenti, mi paralizzano. Sento di essere diventata inidonea persino al lavoro. Sono così depressa che proprio oggi ho ingurgitato tuttlo l'ansiolitico che avevo in casa, solo per non pasare anche questo giorno a piangere, sentendo il peso della mia vita intrappolata da isolamento, solitudine e incapacità a trovare un solo motivo di soddisfazione.
Quanto una depressione può essere invalidante? Concetta

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del12/01/2005

di Depressione si parla molto ( e si soffre molto), ma non sempre si intraprendono le strade più idonee per affrontarla. Questo deriva dal fatto che la Depressione è una poatologia complessa con cause riconducibili a diversi livelli (biologici e ambientali). Lei parla di ansiolitici: vuol dire che li ha in casa e che qualcuno glieli ha prescritti. Nessuno ha mai pensato ad una cura con antidepressivi? Inoltre: non ha mai pensato ad una psicoterapia? In base alla mia esperienza clinica posso dirte con certezza che la Depressione può essere curata o,comunque, notevolmente limitata nelle sue manifestazioni, solo se si interviene con una terapia combinata. Questo significa che ad una corretta cura farmacologica ( che va individuata caso per caso) dovrebbe essere associata una psicoterapia, o individuale o di gruppo. A volte la psicoterapia individuale è da preferire, ma spesso è proprio attraverso la terapia di gruppo che si riesce a sbloccare l'isolamento comunicativo che caratterizza la persona depressa. Io la invito, invece che a chiedersi quanto la Depressione possa essere invalidante, a trovare la via di uscita. Sono convinta che la "gravità" maggiore o minore di una patologia dipende in buona misura dall'approccio terapeutico. Come dire: se curata bene anche una patologia grave può essere ridimensionata.
La invito a rivolgersi ad uno specialista che abbia competenze specifiche sulla Depressione e che abbia un approccio intergrato. Le faccio di cuore tanti auguri. Credo di capire quanto lei stia soffrendo.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra