L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

23/01/2005 12:07:50

Epilessiageneralizzata

A 5 aa piccolo male curato con Paradione (buon comenso senza crisi ( 1cp al dì )sospeso all'età di aa 10 tutto bene fino allo sviluppo poi(aa 13)crisi grande male trattata con dintoina,bene fino ai 18 . Rifiuto psicologico della malattia essendo autonoma sospendo la cura di brutto e conduco vita normale senza esagerazioni e mi ritrovo ad avere 1 crisi all'annovisita neurologica :diagnosi grande male focus ep. temp.dx ter. gardenale 1 c.p. la sera (questo dal 1976)da allora non più crisi fino al 1988 (crisi isolata dovuta astress e poco sonno)da allora nulla forse qualche piccola assenza . Mi è stato detto che varrebbe lapena iniziare asospendere gradatamente ,ma ho paura , per lavoro mi debbo muovere parecchio e non mi posso permettere il lussodi avere una crisi certezze di guarigione assoluta non ne ho anche se gli EEG sono negativi . Fino ad adesso ho convissuto bene con il feno barbitale100 mg ma da un pò di tempo ho problemi con la glicemia ( dopoi pasticrisi ipo )dieta tipo diab.ipoglicidica -non più crisi ipo (40 mg/dl)ma,il miolivello di cortisolo superiore alla norma ma non ricordo più il valore lo specialista però è tranquillo perchè dice che dipende dal gardenale.Ora mi chiedo :"è arrivato il momento per diminuire e cessare? aggiungo che sono entrata in menopausa da 3aa non ho più il ciclo da 1 ho paura della ter. sostitutiva (fumo) grazie per l'attenzione Annina.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del26/01/2005

Se non ha più crisi (ma deve esserne ben sicura) dal 1988, e gli EEG sono negativi, (deve essercene uno recente)può iniziare a sospendere la terapia, naturalmente sotto controllo specialistico. Faccia anche un dosaggio pl Asma tico dei livelli di fenobarbital in modo da stabilire se il farmaco è a dosaggio terapeutico o meno (in caso fosse sottodosato potrebbe iniziare a sospenderlo più tranquillamente). In ogni caso la sospensione va fatta molto gradualmente, nell'arco di mesi. Consulti uno specialista neurologo (meglio un Centro per l' Epilessia ) nella Sua città.

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
PIETRA LIGURE (SV)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra