L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

16/10/2006 11:15:33

ERNIA

Buongiorno.
Sono una ragazza di 20 anni.
All'età di 10 anni il mio pediatra mi ha detto che avevo una piccola ernia ad un centimetro circa dalla zona ombelicale, ma che non c'era alcun problema. L'ho continuata ad avere sempre, non mi faceva male di solito, solo dopo qualche sforzo, ma più che altro mi accorgevo che c'era perchè palpavo la zona.
Ieri un'amica dottoressa mi ha visitato (mi ha toccato e mi ha detto di tossire, ecc..) e mi ha detto che si sente pochissimo e che per ora lei non farebbe niente, però chiede comunque al chirurgo. Questa mattina ho notato che schiacciandola fa uno strano rumore e rientra, ma dopo un po esce di nuovo. Non è grande, sarà delle dimensioni di un nocciolo d'oliva ed è rimasta così da 10 anni. Mi sono rivolta a lei non perchè non mi fidi del medico che mi ha visitato ieri, ma semplicemente per avere ulteriori consigli. E' normale che quando la schiaccio si senta quel rumore, rientri e poco dopo esca di nuovo? le ripeto inoltre che non si vede se tossisco, ma la sento solo palpando e a volte mi fa male. Siccome però una persona qualche giorno fa mi ha detto che si può strozzare e può andare in peritonite con rischi anche di morte, io mi sono un pò preoccupata. Dovrei operarmi?
La ringrazio moltissimo dell'attenzione.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/10/2006

Con i limiti di un giudizio a distanza, è possibile che tu sia portartrice di un'ernia epigastrica in cui va ad impegnarsi (entrare) probabilmente una porzione di intestino che, rientrando in addome, emette un "gorgoglio". In ogni caso non vi è motivo di rimandare un intervento chirurgico inevitabile: le ernie tendono ad aumentare di volume e possono effettivamente complicarsi con lo "strozzamento" dei visceri in esse contenuti. Ovviamente questa valutazione, fatta a distanza, va confermata dalla visita di un Chirurgo ed una eventuale ecografia per escludere la presenza di altri difetti erniari della linea alba, che spesso sono multipli e di minime dimensioni, sfuggendo all'esame clinico.

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra