L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

02/11/2005 16:56:24

Fibrolipoma ascellare

Un grazie anticipato per la vostra risposta! A mia madre che ha 71 anni è stato diagnosticato mediante ecografia un FIBROLIPOMA ASCELLARE: potete immaginare il panico che ha creato questa nuova diagnosi in mia madre. Il nostro dubbio ora è operare oppure no? Il ns medico di base ci ha consigliato di effettuare una visita da un bravo chirurgo, mentre il medico che ha effettuato l'ecografia ha detto che sono cose che è meglio non toccare finchè non danno problemi. Noi però ci domandiamo se questo fibrolipoma fa parte della famiglia dei tumori e quindi può modificarsi nel tempo e diventare realmente pericoloso. Lei che cosa ci consiglia?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/11/2005

Gentile signore,
si tratta di patologia benigna che ha una tendenza a crescere ma molto lentamente. A volte , in base ad alcuni elementi clinici tra cui la sede si può persare di asportare i lipomi dopo un'opportuna valutazione.
La trasformazione in tumori maligni è più teorica che pratica.

Saluti
Dr. Claudio Bernardi
http://www.claudiobernardi.it/

Dott. Claudio Bernardi
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
ROMA (RM)


Risposta del05/11/2005

l'indicazione alla asportazione chirurgica di tale neoformazione,assolutamente benigna, è posta in relazione alle dimensioni ed alla sintomatologia che la presenza della massa causa al paziente. Pertanto si può dire che è il paziente stesso a porla con l'aiuto del chirurgo che la può consigkliare dopo una accurata visita.
Cordiali saluti

Dott. Marco Battistoni
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia apparato digerente
Specialista in Chirurgia d’urgenza
VERONA (VR)


Risposta del05/12/2005

Se di piccole dimensioni si può aspettare altrimenti conviene asportarlo.In sede ascellare è esposto a microtraumi(movimenti del braccio,eccessiva sudorazione o attrito da indumenti)che potrebbero favorire l'infiammazione con eventuale suppurazione.Questa eventualità renderebbe più complicata e fastidiosa la gestione di una patologia tutto sommato banale se affrontata in tempo.

Dott. Lucio Pennetti
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra