L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

19/05/2008 13:55:36

Fluoxetina, caffeina e attacchi di panico

Buongiorno Dottore,
sono una ragazza di 20 anni e, per perdere i miei 6 chili in più messi su dallo stress della nuova università, sono andata da un noto dietologo milanese che mi ha prescritto della FLUOXETINA hcl 8mg per compressa, 6 compresse al dì, per togliermi la fame nervosa. Dopo solo 3 giorni di terapia (nei quali ho sempre avverito un senso di nodo alla gola) purtroppo sono stata malissimo: sono finita al pronto soccorso per un fortissimo attacco d'ansia (sembravo impazzita, continuavo a sentire formicolii dappertutto, dietro sui nervi del collo, sul palato, agli arti superiori) che mi ha portato anche ad un brutto attacco di panico per fortuna risoltosi spontaneamente. Da allora ho sempre ansia che accada di nuovo e mi ci è voluta più di una settimana per riprendermi un po'. Io dopo l'accaduto ho chiesto spiegazioni al mio dietologo che mi ha detto che è una reazione insolita in quanto la fluoxetina in teoria viene usata anche come psicofarmaco per curare i disturbi da panico, comunque mi ha detto di dimezzare la dose, anche se io per paura l'ho interrotta senza più riniziarla. Adesso ogni giorno continuo a pensare a quello che mi è successo e mi chiedo il perchè, sto arrivando a pensare che possa essere stata anche l'assunzione di caffeina (bevevo 2 caffè al giorno, di quelli istantanei tipo nescafè, per stare più sveglia per studiare più a lungo). Ho chiesto anche al mio medico di famiglia se era il caso di fare degli esami per vedere se c'è qualcosa che non va, ma mi ha detto che probabilmente era effetto della fluoxetina e che quindi mi sarebbe passato presto, e mi ha dato solo delle benziodiazepine per calmare un po' quel senso d'ansia che tuttora mi rimane. Lei saprebbe spiegarmi cosa può essermi successo? Premetto che non ho mai avuto episodi d'ansia o di panico in vita mia. Davvero non capisco e le confido che sono un po' preoccupata.
La ringrazio anticipatamente.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/05/2008

L'uso della fluosetina per dimagrire è illusorio, in quanto se vi fosse una diminuzione di peso all'inizio della terapia, questo aspetto nel tempo scompare. Piuttosto un possibile effetto collaterale, specie all'inizio di una terapia con tale farmaco, può avere un effetto "attivante". Penso che nel suo caso sia avvenuto proprio questo e bene ha fatto a sospenderla. Veda se le benzodiazepine consigliate dal suo medico effettivamente le riducono il sensia di Ansia residuale.

Dott. Mauro Milardi
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Specialista in Psicologia
ANCONA (AN)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra