L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

02/06/2008 21:36:52

Gelosia - trsistezza - inquetudine

Non lo so che mi prende...sono strana...con chinque parlo mi viene detto che sono molto strana, matta, malata...ho paura di ciò che sento dentro...non lo so che mi prende...amo il mio ragazzo...ma sono gelosa, forse invidiosa del magnifico rapporto che ha con i suoi genitori...con loro parla di tutto, sempre ogni giorno li aggiorna su di me, sul suo lavoro, su quello che gli capita (addirittura i suoi genitori sapevano che ero andata a fare le analisi che nemmeno i miei sapevano, dopo pochi giorni sapevano pure l'esito) per alcune cose, dal mio punto di vista, non c'è nemmeno bisogno che gliele dica...la privacy non esiste più?! ;o) poi, i suoi lo considerano tanto, così come sua sorella...hanno bisogno dei loro consigli su ogni cosa, li interpellano per ogni cosa, ogni fine settimana si trovano tutti insieme con nonni, zii, cugini e parenti per mangiare tutti insieme (a casa mia capita solo per natale...con i miei non parlo di tutto, non sanno nemmeno che l'ho conosciuto su internet, i miei parlottano tra di loro, non sempre chiedono consigli a me...il più delle volte parlano con mia sorella ed io mi sento sempre l'ultima a sapere le cose)... ora poi sua sorella è incinta...i suoi continuano a dire che divento zia...sono pazza, felice, sto preparando di tutto per questa nascita...bavaglini, copertina e peluches tutti ricamati da me...ma, provo un sentimento indescrivibile...mi da un po fastidio vedere sua sorella con il pancione (forse, per il desiderio di marternità che vive dentro ogni donna) mi da fastidio che lui "viva" questa esperienza così da vicino (vede ecografie, sa tutto del piccolo e a me si "dimentica" di dirmi le cose) mi da fastidio sapere che quando nascerà, nelle prime ore di vita del pargolo lui sarà li ed io chissà dove (viviamo una storia a distanza) mi da fastidio pensarlo e vederlo con un piccolo in mano, pensare al rapporto che costruirà con il bambino mentre io...lo vedrò poco più di una volta al mese per poche ore...!!

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/06/2008

Mi sembra che lei debba riorganizzare dentro di sè la propria affettività. Infatti sembra che prevalgano sentimenti di invidia e di rabbia che oscurano i sentimenti di amore e gioia. Di certo lei non vive bene! E' come se nella sua mente ci sia un ingorgo di sentimenti e non è ancora riuscita a metterli in ordine con maturità e saggezza. Il suo rischio è di non riuscire a vivere le belle cose che la vita le offre ed è un vero peccato! Ho la sensazione che dentro di lei ci siano nodi conflittuali da risolvere Innanzi tutto con una serena riflessione , e magari anche con ,l'aiuto di uno psicoterapeuta.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra