L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

13/03/2006 07:12:26

Grave e inspiegabile problema agli occhi

Buongiorno, le scrivo per un invalidante e misteriosa patologia:
All'età di 18 anni un mio caro amico ha riscontrato un drastico calo di vista, è stata diagnosticata una neurite ottica bilaterale, sono state ipotizzate moltissime cause fra cui una qualche sorta di avvelenamento ( il soggetto studiava chimica e inoltre aveva la cattiva abitudine di mangiucchiare i cappucci delle penne e altri oggetti del genere) , ma esami del sangue, tac, risonanza magnetica,fluorangiografia, esami genetici e esami oculistici di tutti i tipi non sono risciti a rilevare nulla che potesse giustificare un tale disturbo. E' stato trattato con cortisone ma non c'è stata nessuna regressione del problema.
Adesso sono passati due anni, la patologia rimane inspiegabile, non c'è stato nessun miglioramento oggettivo, ma dopo lunghe esercitazioni è riuscito a ottimizzare le poche risorse rimaste. Questo causa un grande stress dei nervi ottici e sono molto preoccupata che possa causare danni permanenti.
Visto che la medicina ufficiale sembra aver fallito, lei crede che possa avere un qualche giovamento da una terapia omeopatica o comunque alternativa, o che magari si riesca con mezzi di analisi diversi da quelli usati negli ospedali a rilevare la vera causa del problema?
Ringrazio anticipatamente.
Cordiali Saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/03/2006

Le sioni al nervo ottico possono essere determinate dalla chlamidia, come dal citomegalovirus, non mi fornisce dati anamnestici precisi sullo stato del suo amico precedentemente, ha fatto vaccinazioni? quella per l' Epatite B, può determinare alterazioni alla mielina.
Le indico alcuni esami:
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
cANCA
pANCA
ENA (Ab ati nucleo specifici)
Epatite B (Ricerca del genoma quantitativa)
Epatite C (Ricerca del genoma quantitativa)
Epatite Delta (Ricerca del genoma quantitativa)
· ANTICORPI ANTI-CAMPYLOBACTER JEJUNII lgG e IgM
· ANTICORPI ANTI-CANDIDA
· ANTCORPI ANTI-GANGLIOSIDI GM1 IgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
anticorpi anti gangliosidi GM1 IgG e IgM
GD1b IgG e IgM
GQ1b IgG e IgM
sulfatidi
anti-MAG (glicoproteina associata alla mielina)

Ognuno di questi può essere associato a una neuropatia, centrale e periferica

saluti





Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra