L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

04/02/2005 01:15:35

Ictus

Una persona cara di 71 anni e' stata colpita da ictus celebrale causato da una micro lesione del bulbo impedelndogli di deglutire.
Praticamente oltre a non riuscire a parlare, al momento non e' capace di deglutire niente nemmeno un goccio d'acqua.
Sono ormai 10 giorni che lo alimentano via endovena. (e' un soggetto diabetico)
E' sempre stato cosciente , non ha subito danni alla memoria e tutti gli arti rispondono alle stimolazioni.
Cosa si potrebbe fare per aiutare a sbloccare questa situazione.? Esostono interventi, farmaci, terapie , fisioterapie etc. ?
Ci sono stati casi del genere ? Come sono stati risolti, e statisticamente quali sono i tempi medi di recupero?
Grazie in anticipo per la Vs. consulenza.




Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/02/2005

Purtroppo la lesione ischemica che ha colpito questa persona a Lei cara a danneggiato le cellule di alcuni nervi cranici, deputati appunto alla deglutizione sia dei cibi solidi che dei liquidi, e che hanno sede proprio nel bulbo che è una zona profonda del cervello ai confini con l'inizio del midollo spinale.
Non vi sono terapie o possibilità di correzioni chirurgiche, ma il miglioramento di tali sintomi è possibile nel tempo soprattutto tenendo conto che la lesione sembra essere limitata.
Cordialità ed auguri



Dott. Giovanni Migliaccio
Specialista in Neurochirurgia
Medico Ospedaliero
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra