L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

15/05/2006 00:08:06

Informazione urgente

Salve dottore,ho bisogno gentilmente di una risposta urgente,poichè è qualcosa che si sta verificando in questi giorni.le scrivo perchè ho bisogno di avere delle informazioni per avere una certa tranquillità e di conseguenza consigli per come meglio muovermi.mio marito(ha 27 anni)il giorno 7/05/2006 si è ammalato,e ha avuto per 3/4giorni la febbre a 40,che non riusciva a scendere nemmeno con i medicinali.in più ha accusato un forte dolore alla gola,così sotto consiglio medico ha preso degli antibiotici.Ora sono 2/3giorni che non ha più febbre,ha sospeso l'assunzione di farmaci,ma dice di avere dei forti giramenti di testa,come se gli girasse tutto attorno,e quando sta seduto e poi si alza il più delle volte dice di non riuscire a mantenersi in equilibrio.il medico dice che è l'effetto del virus che ha contratto,ma mio marito siccome non riesce a stare tranquillo,vorrebbe fare una tac perchè ha paura che tutto questo dipende da qualcosa di più grave.io gli ho consigliato di stare a riposo,perchèforse ancora non è del tutto guarito e di prendere delle vitamine poichè tra medicinali e febbre alta il corpo si è deperito un pò.lei cosa ne pensa?cosa mi consiglia di fare?Le lascio i dati di mio marito.saluti.la ringarzio.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/05/2006

Ha ragione lei!
Suo marito dovrebbe allarmarsi, ma neanche molto, se i disturbi si protraessero a lungo (oltre 7-10 giorni). La convalescenza non è più di moda.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del17/05/2006

Mi associo alla risposta del Collega.
I sintomi di Suo marito sono del tutto compatibili con uno stato di convalescenza soprattutto dopo periodi con febbre alta e assunzione di farmaci.
Poi bisognerebbe smetterla di credere che la TAC sia l'occhio magico che tutto vede e tutto sa. La prima diagnosi la deve fare il medico con una accurata visita del paziente. Gli esami strumentali dovrebbero servire solo per confermare o smentire un sospetto diagnostico del medico e non del paziente.
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra