L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

12/01/2007 19:12:37

Ipertiroidismo

Egregio dott. Moschini,
anche io sono affetto da ipertiroidismo. Soffro di questa patologia da 10 anni. Ho iniziato la terapia con tre tapazole al dì. Ora sono sotto controllo con mezza pasticca di tapazole a giorni alterni. Le chiedo, ma è possibile che tutte le patologie riguardanti la tiroide debbano dipendere assolutamente dal meccanismo da, Lei ampiamente descritto, del mimetismo molecolare ? Non esiste altra causa da Lei condivisa ? Forse non ho seguito abbastanza i suoi interventi nei dibattiti.
Grazie.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/01/2007

Lei ha domandato, in questi 10 anni quale è la causa del suo Ipertiroidismo ?, perchè in 10 anni, nonotante la terapia con tapazole, questo non è regredito?, che risposta le hanno dato?.
Quale è il motivo per cui vengono prodotti quegli anticorpi che sono alla base del suo Ipertiroidismo ?.
La domanda la faccio io a lei, quali risposte ha ricevuto?

La letteratura internazionale, la ricerca scientifica, tuttii i testi di medicina, immunologia, riportano, come alla base delle malattie autoimmuni, il mimetismo molecolare, su questo va eseguita la terapia, per fermare l’errore che è stato compiuto, altrimenti, la terapia, non sarà mai completa e definitiva.
Conoscendo il meccanismo, con cui si verificano le malattie autoimmuni, posso applicare la prevenzione delle medesime, senza aspetatre che queste si verifichino. Lo studio dei sintomi vaghi e aspecifici, conduce all’accertamento delle prime manifestazioni della iniziale malattia, intervenendo, evito che queta prosegua verso i danni cellulari.
Non sono io che lo dico, ma lo studio della medicina e della persona che ho in esame.
Accertare precocemente i sintomi che vengono definiti strani, nervosi, di origine psicologica, peculiari, indefiniti, ha un grande significato preventivo, evita l’insorgenza di molte patologie.
Lei faccia uno sforzo mnemonico e cominci a pensare a tutti i sintomi che aveva prima della diagnosi di Ipertiroidismo , non quelli immediati, ma quelli di anni prima, si accorgerà che conducevano verso quella malattia che successivamente si è manifestata.
Le faccio un esempio, una ragazza di 13-14 anni, comincia ad essere irrequieta, disattenta, dorme male la notte, perde qualche capello in più, si aggrava quando il tempo è nuvoloso, sta meglio con il sole, ha le cisti ovariche, aumenta leggermente di peso, poi lo perde, poi lo riacquista; non sono i primi amori, la primavera, la scuola, la maestra, la mamma il babbo, la socità, comincia a presentare i primi sfumati impercettibili sintomi del disequilibrio della tiroide, che va accertata attentamente; la Tiroidite si manifesterà all’età di 27-28 anni, se intervengo nella indagine di quei sintomi e verifico quel leggerissimo disequilibrio, riportando tutto il sistema al suo funzionamento fisiologico, sicuramente, eviterò a quella ragazza, una patologia importante.
Saluti



Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra