09/02/17  - Morbo di Basedow e nodulo tiroideo - Diabete tiroide e ghiandole

09 febbraio 2017

Morbo di Basedow e nodulo tiroideo




Domanda del 09 febbraio 2017

Domanda


Nel 2015 ho avuto diagnosi di Tiroidite di Hashimoto e ho assunto Eutirox per un anno. Nel 2016 é insorto invece un Basedow che sto curando da 6 mesi con Tapazole. Ho livelli elevati di anticorpi sia stimolanti che inibenti. All'ecografia ho un nodulo più grande degli altri che nei 3 esami fatti a distanza di un anno uno dall'altro ha dato le misure 15 mm - 13 mm - 18 mm. A novembre 2016 l'ago aspirato di questo nodulo ha dato Tir 3 (senza ulteriore classificazione ). Lo ripeterò per avere la differenziazione. La mia domanda é: considerando tutti questi cambiamenti la variazione delle dimensioni del nodulo può considerarsi normale? Grazie
Risposta del 13 febbraio 2017

Risposta


Rispondendo esclusivamente alla domanda che viene posta: la variazione delle dimensioni riferite è realmente irrisoria. Infatti normalmente vi è una variabilità operatore dipendente ed altresi dipendente dalla qualità dell'ecografo. Ma anche con lo stesso ecografo e con lo stesso operatore si possono avere delle variazioni millimetriche dello stesso nodulo che non sono significative. Lo specialista che la seguirà valuterà sicuramente le immagini e deciderà in merito. Cordiali saluti.


Dott. Gianluca De Morelli
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Continuità Assistenziale
Specialista in Andrologia
Specialista in Endocrinologia, Diabetologia e malattie del ricambio
CETRARO (CS)

Il profilo di GIANLUCA DE MORELLI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Diabete tiroide e ghiandole

Potrebbe interessarti
Olio di oliva, aiuto prezioso nella prevenzione del diabete di tipo 2
Diabete tiroide e ghiandole
02 ottobre 2017
Interviste
Olio di oliva, aiuto prezioso nella prevenzione del diabete di tipo 2
Diabete di tipo 2: occhio allo zucchero, ma anche al sale
Diabete tiroide e ghiandole
22 settembre 2017
News
Diabete di tipo 2: occhio allo zucchero, ma anche al sale