L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

21/02/2006 14:37:01

Morbo di Dupuytren

Come è possibile che dopo solo un mese dall'operazione (mi sono state asportate due cisti nel palmo della mano dx) mi sono già tornate altre cisti? Sempre nella stessa mano e sempre nella stesso posto ma più grandi di prima.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/02/2006

Gentile Signore,
non è possibile darLe una risposta attendibile senza conoscere l'esatta diagnosi che l'ha portata all'intervento. Per esempio i termini "cisti" e "malattia di Dupuytren" indicano due tipi di patologie completamente diversi, come sono diversi la loro evoluzione ed il loro comportamento. In linea di massima la malattia di Dupuytren non può tornare immediatamente dopo un intervento, mentre le formazioni cistiche (di che natura?) purtroppo si. Ma Le ripeto che una risposta esatta richiede una maggiore conoscenza della sua storia clinica.
Cordiali saluti
Enrico Margaritondo
Chirurgo della Mano

Prof. Enrico Margaritondo
Casa di cura privata
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia d’urgenza
ROMA (RM)


Risposta del25/02/2006

Gentile Signore,
quelle che Lei definisce "cisti" del palmo sono molto probabilmente i caratteristici noduli fibrosi che compaiono sempre senza dolore (se aveva dolore al palmo vi era sicuramente qualche altra patologia associata) e che, in una fase successiva, sono seguite dalle "corde" pretendinee (in genere all'anulare o al mignolo); quando tali "corde" vanno incontro alla retrazione (spesso dopo anni e SEMPRE senza dolore), si verifica la lenta ma inesorabile flessione del dito (o delle dita). Nel Suo caso, andrebbe valutata con attenzione la possibilità di una recidiva precoce (improbabile in così poco tempo) o, più probabilmente, una incompleta asportazione dei noduli e/o delle corde con relative propaggini profonde (sono queste ultime che rendono non semplice questo intervento, che troppo spesso viene sottovalutato dai pazienti e dai chirurghi !!)

Dott. Giorgio Leccese
Pubblica amministrazione
Forze armate
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra