Gravidanza, appuntamenti per nove mesi

28 gennaio 2011
Focus

Gravidanza, appuntamenti per nove mesi





di Simona Zazzetta

Per accompagnare la donna nel percorso di 38 settimane di gestazione, per guidarla passo dopo passo nelle scadenze da rispettare in ogni trimestre, l'Istituto superiore di sanità ha elaborato nuove linee guida, aggiornate sulla base delle evidenze scientifiche raccolte dagli studi clinici e delle opinioni di esperti. Tra i principali appuntamenti stabiliti: durante una gravidanza fisiologica vanno previste almeno quattro visite e per la diagnosi di anomalie fetali, ecografia tra la 19esima e la 21esimama settimana, oppure già alla 13esima, per la diagnosi di sindrome di Down. Ma le cose da fare durante i nove mesi sono molte, ecco i dettagli per ogni trimestre.

Nelle 10 settimane che seguono l'aver scoperto di essere incinta, va effettuato il primo appuntamento con il medico o l'ostetrica durante il quale viene fatta una panoramica su assistenza, leggi per maternità e paternità, corsi, stili di vita e gestione dei sintomi. Viene già eseguita la misurazione del peso e della pressione sanguigna. Vengono proposti alcuni esami:

  • esame delle urine per verificare la funzionalità renale
  • urinocoltura per rilevare una eventuale infezione delle vie urinarie
  • esame del sangue per determinare il gruppo sanguigno e il fattore Rh, l'eventuale anemia o di altre malattie fra cui quelle infettive (toxoplasmosi, rosolia, sifilide, HIV)
  • ecografia per confermare, nei casi dubbi, a quale settimana di gravidanza ci si trova
  • pap test, se non è stato effettuato da almeno tre anni


Altre informazioni fornite riguardano la diagnosi della sindrome di Down, in caso la si volesse fare vanno pianificate le diverse possibilità:

  • analisi del sangue ed ecografia con translucenza nucale, da fare tra 11 settimane + 0 giorni e 13 settimane + 6 giorni
  • analisi del sangue per esempio per triplo test, da fare fra 15 settimane e 20 settimane
  • villocentesi e amniocentesi

In questo periodo la vista dal medico serve per verificare il piano di assistenza e commentare i risultati degli esami, perché, per esempio, se c'è anemia è indicato avviare una terapia, oppure se non si è immuni a toxoplasmosi o rosolia vanno fatti esami del sangue di controllo. Dalla 24esima settimana viene verificato l'accrescimento fetale (misura della distanza fondo uterino-sinfisi pubica), mentre tra la 19esima e la 21esima viene offerta e spiegata l'ecografia detta comunemente morfologica per la diagnosi di eventuali anomalie. In questa fase si inizia a parlare anche dei cosiddetti corsi pre-parto di accompagnamento alla nascita.

Esami del sangue e misurazione della pressione, che vengono proposti e commentati nel corso degli appuntamenti dell'ultimo trimestre servono per monitorare i livelli di anemia, i valori della pressione arteriosa e l'accrescimento fetale, nonché eventuali malattie infettive (epatite B, sifilide, HIV, streptococco) e, nelle donne non immuni, la toxoplasmosi. Inoltre, alle donne con fattore Rh negativo viene proposta la profilassi specifica. Avvicinandosi il momento del parto, diventa importante sapere che:

  • alla 32-33esima settimana, se il feto è in posizione podalica, vengono spiegate le tecniche per aumentare la possibilità si giri in posizione cefalica (moxibustione o manovre esterne)
  • alla 34esima si inizia a parlare del parto, del travaglio, del dolore, dell'accesso in ospedale e dell'assistenza se si superano le 40 settimane; si parla anche del dopo parto: esami, allattamento cura del neonato
  • alla 36esima si verifica che il feto sia in presentazione cefalica: se è ancora in presentazione podalica vengono fornite informazioni sulla possibilità di effettuare le manovre ostetriche esterne per farlo girare


Le linee guida prospettano la gravidanza come un processo fisiologico, in cui l'intervento assistenziale deve presentare benefici e pochi danni e deve essere fattibile e accettabile dalle donne. Gli esperti che le hanno elaborate sostengono che la donna debba restare protagonista della propria gravidanza, ricevendo dal professionista che l'assiste le informazioni necessarie per fare le scelte per lei più adeguate.



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Amenorrea
Salute femminile
25 giugno 2018
Patologie
Amenorrea
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Salute femminile
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Candida, cosa fare
Salute femminile
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Candida, cosa fare
L'esperto risponde