Alcol, l’abuso diventa consumo nocivo

14 febbraio 2011
Focus

Alcol, l'abuso diventa consumo nocivo





di Simona Zazzetta

Non si tratta più solo di abuso, ma, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, di un vero e proprio consumo nocivo, quando la quantità di alcol assunta è talmente eccessiva da provocare danni alla salute e conseguenze sociali negative. E nocivo sicuramente lo è, quando è causa di morte di 2,5 milioni di persone ogni anno ma anche di patologie, di danni ad altri e interessa sempre più le fasce più giovani e paesi in via di sviluppo. Non va dimenticato che, il consumo nocivo di alcol rappresenta ormai uno dei quattro fattori di rischio, come il fumo, la dieta scorretta e la sedentarietà, per i principali gruppi di patologie non trasmissibili: malattie cardiovascolari, tumore, malattie polmonari croniche e diabete. Sono queste le conclusioni del rapporto dell'Oms, Global status report on alcohol and health, in cui sono stati analizzati i dati disponibili su consumi, effetti e politiche a livello globale e nazionale.

In particolare, dai dati è emerso che quasi il 4% di tuttele morti registrate è riconducibile all'alcol, oltre che per cirrosi epatica, anche quando si trattava di traumi, tumori o malattie cardiovascolari. Inoltre, a livello globale, il 6,2% dei decessi di uomini è legato all'alcol, rispetto all'1,1% dei decessi di donne, come pure il 9,9% di tutti i decessi nella fascia di età tra 15 e 29 anni. Dati che forse, rispecchiano il ridotto numero di paesi che hanno adottato politiche efficaci di prevenzione: secondo l'Oms, infatti dal 1999, 34 paesi hanno formalmente adottato norme per ridurre il consumo nocivo di alcol ma a fronte di restrizioni i programmi di prevenzione sono ancora deboli. Misure efficaci indicate dall'Organizzazione, fanno riferimento alla tassazione dei prodotti alcolici, alla riduzione dei punti vendita, all'aumento del limite di età per l'acquisto e inasprimento delle sanzioni per la guida. A queste, devono corrispondere programmi di screening per intervenire in casi a rischio o trattare disordini del consumo di alcolici, ma anche vietare la promozione pubblicitaria di alcolici e promuovere campagne informative ed educazionali.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
L'esperto risponde