Oms, epidemia di morbillo in Europa

04 aprile 2011
News

Oms, epidemia di morbillo in Europa



morbillo malattie infettive vaccinazione


Torna il morbillo nelle Americhe, da cui era assente dal 2002, e continua a essere presente con vari focolai in Europa. Tra il 2007 e il 2011 sono state segnalate epidemie in Austria, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito e Svizzera, mentre dal 2009 è in corso una vasta epidemia in Bulgaria con circa 24mila casi e 24 decessi. Lo segnala un rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). In America la malattia è tornata tramite un bambino statunitense di 9 mesi, che ha contratto il virus nella Repubblica Dominicana, probabilmente dopo aver avuto contatti con un adulto europeo affetto da morbillo. Secondo l'Oms il virus del morbillo continuerà a diffondersi in Europa, portando a migliaia di casi nelle persone non immunizzate e nelle aree dove la copertura vaccinale è inferiore al 95%. Nelle repubbliche caucasiche e in Russia invece sono stati segnalati numerosi casi di poliomielite. In particolare solo in questi primi mesi del 2011 ci sono stati casi di paralisi flaccida acuta in Tagikistan (3 casi), Russia (72 casi), Kirghizistan (8 casi) e Turkmenistan (5 casi). Tra aprile e maggio 2011 verrà avviata una campagna di vaccinazione in tutte le repubbliche dell'Asia centrale e nella Federazione Russa. La vasta epidemia di polio nel Tagikistan del 2010, con 458 casi confermati, ha messo in discussione lo stato di area polio free della Regione europea dell'Oms, dichiarata tale nel 2002.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Malattie infettive
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
L'esperto risponde