Il 40% dei cittadini europei soffre di malattie mentali

06 settembre 2011
News

Il 40% dei cittadini europei soffre di malattie mentali



pazzia depressione farmaci psichiatria


A essere colpito da disordini mentali e patologie neurologiche è ogni anno circa il 40% degli europei, pari a 165 milioni di persone, ma solo un terzo riceve la terapia o i farmaci necessari. A rilevarlo è uno studio europeo, condotto in 30 Stati (i 27 dell'Unione europea più Svizzera, Islanda e Novergia) su 514 milioni di persone e pubblicato dall'European College of Neuropsychopharmacology. «I disordini mentali sono diventati la più grande sfida del 21/o secolo» spiega Hans Ulrich Wittchen, coordinatore dello studio. «Nonostante questo, alcune grandi aziende farmaceutiche non stanno più investendo in ricerca, lasciando a carico dei governi e delle associazioni l'onere di stanziare i fondi per le neuroscienze». Le malattie mentali sono, nel mondo, la principale causa di morte, disabilità e impatto economico e le quattro patologie più disabilitanti sono la depressione, le demenze, come l'Alzheimer e quella vascolare, la dipendenza dall'alcol e l'ictus. L'ultimo studio a livello europeo sui disordini mentali, che risale al 2005, aveva rilevato che il peso economico di queste patologie ammontava a circa 386 miliardi di euro l'anno. «Nel nostro studio dobbiamo ancora calcolare l'impatto economico, ma possiamo già dire che i costi sono decisamente superiori a quelli del 2005. Poiché queste patologie spesso iniziano in giovane età, hanno un impatto molto dannoso più in là negli anni. Solo terapie precoci possono prevenire il rischio di un grande aumento di pazienti nel futuro».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde