Negli Usa sempre più adolescenti vaccinati, migliora la fiducia

13 settembre 2011
News

Negli Usa sempre più adolescenti vaccinati, migliora la fiducia



bambini vaccino fiducia diffidenza copertura


È in aumento il numero di bambini americani tra gli 11 e i 12 anni che ricevono i vaccini raccomandati, segno che è in diminuzione la diffidenza a vaccinare i bambini. Il dato emerge da un'indagine pubblicata da Archives of pediatrics and adolescent medicine, condotta sui dati della National immunization survey-teen che nel 2009 ha raccolto informazioni mediante sondaggio telefonico. I ricercatori hanno riscontrato che la maggior parte avevano aggiornato le vaccinazioni già a 11 anni con un tasso più alto rispetto alla coorte precedente. In particolare, il 68% aveva ricevuto una o entrambe le dosi di antitetanica, rispetto ai coetanei nati tra il 1991 e il 1996. Il 50% aveva ricevuto il vaccino contenente l'antimeningococcico, rispetto all'8% dei nati tra il 1993 e il 1996, e, infine, circa il 30% delle ragazze si era sottoposta all'anti-Hpv, contro l'11% della coorte del 1994-1996. «Stiamo migliorando, ma c'è ancora molto da fare» ha commentato Lance Rodewald, direttore della Divisione dei servizi di vaccinazione del National center for immunization and respiratory diseases «per quanto i livelli di vaccinazione nell'adolescenza e nella prima adolescenza siano migliorati, restano ancora al di sotto degli obiettivi fissati dalla campagna governativa Healthy People 2020».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
La salute in crociera
Malattie infettive
10 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La salute in crociera
L'esperto risponde