Sulla qualità del baby food, meglio chiedere al pediatra

05 dicembre 2011
News

Sulla qualità del baby food, meglio chiedere al pediatra



alimenti per l'infanzia, nutrizione dei bambini, cibi freschi, prodotti industriali, omogeneizzati, pappe, baby food, pediatra


È compito dei pediatri supportare le scelte dei genitori sugli alimenti più adatti all'infanzia, superando le attrattive di tante pubblicità persuasive che quotidianamente appaiono sui giornali italiani e internazionali, che parlano, non sempre in modo appropriato, di baby food. Sul tema, e con queste conclusioni, è intervenuto Giuseppe Mele, presidente della Fimp, che a Istanbul nel corso della seduta plenaria dell'Alleanza strategica in pediatria, ha espresso di una preoccupazione medica ormai diffusa. La posizione espressa, scrive la federazione in una nota, è condivisa dai maggiori specialisti europei e puntaa far chiarezza in quella che non è una sfida commerciale, vale a dire chi vende di più all'interno del "segmento infantile", bensì un'attenzione di grande rilevanza sanitaria. «Le famiglie europee sono raggiunte da messaggi che tendono a presentare come baby food, cibi e alimenti sui quali non esiste chiarezza tossicologica e scientifica. La pediatria europea desidera ricordare alle famiglie e alle industrie che solo il pediatra è garante dell'equilibrio nutrizionale di singoli alimenti». Dolci, omogeneizzati, carni, pesci, prodotti di trasformazione, cereali: le caratteristiche di correttezza nutrizionale e la sicurezza tossicologica dei baby­ food sono garantite dal decreto 8/2009, che ha recepito la direttiva europea 2006/141/Ce. La Fimp assume il ruolo di autentico soggetto di garanzia nei confronti dei genitori e delle famiglie: «Nell'immediato futuro» ha aggiunto infatti Mele «l'azione dei pediatri italiani diventerà ancor più specifica, avviando un analisi sistematica di cibi e prodotti alimentari indirizzati all'infanzia per verificare le effettive composizioni alimentari. Questo per registrare l'eventuale presenza di componenti dannose per la salute dei più piccoli e per salvaguardarli nel momento più delicato del loro sviluppo».



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde