Troppe ore seduti si rischia di più

02 aprile 2012
News

Troppe ore seduti si rischia di più



posizione seduta, lavoro sedentario, mortalità


Il mantenimento protratto della posizione seduta rappresenta un fattore di rischio per la mortalità generale, indipendentemente dallo svolgimento di attività fisica. I programmi di salute pubblica dovrebbero focalizzarsi sulla riduzione del tempo passato stando seduti oltre che sull'aumento dei livelli di attività fisica. È la conclusione tratta da uno studio effettuato da Hidde P. van der Ploeg, della Scuola di salute pubblica dell'università di Sydney, e collaboratori, basandosi sui dati di 22.947 individui di età pari o superiore a 45 anni ottenuti tramite questionari, collegati ai dati di mortalità del New South Wales registry. Nel corso di un monitoraggio, durato in media 2,8 anni, si sono rilevati 5.405 decessi. Il rischio per mortalità generale, cioè non legata a cause specifiche, è risultato variabile, e aumentava in base alle ore al giorno passate stando seduti. Quindi, rispetto a chi stava seduto meno di 4 ore, se le ore erano tra 4 e 8 il rischio aumentava di poco (1,02) ma se superavano le 11 ore l'aumento era più considerevole (1,40). Tale associazione si manteneva anche a parità di genere, età, indice di massa corporea, livelli di attività fisica e anche nel confronto tra partecipanti sani rispetto a quelli con preesistenti malattie cardiovascolari o diabete mellito.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
La cellulite
Cuore circolazione e malattie del sangue
04 giugno 2018
Patologie
La cellulite
Le statine: un baluardo contro il colesterolo in eccesso
Cuore circolazione e malattie del sangue
16 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Le statine: un baluardo contro il colesterolo in eccesso