Paralisi cerebrale infantile, mamme a rischio depressione

26 giugno 2012
News

Paralisi cerebrale infantile, mamme a rischio depressione



disturbi del sonno, insonnia, paralisi cerebrale, bambini, mamma


I bambini con paralisi cerebrale hanno più problemi di insonnia rispetto ai coetanei e lo stesso accade alle loro madri, in cui l'insonnia si associa tipicamente a stati depressivi. Il problema è evidenziato da uno studio condotto presso la University of Southampton, dove Sarah Wayte e un gruppo di colleghe hanno identificato, grazie a un registro britannico contenente i dati relativi alle persone disabili, 57 bambini dai quattro ai 12 anni con paralisi cerebrale. Ne hanno inclusi 40 nello studio, per analizzare i disturbi del sonno e la depressione delle loro madri; ma hanno esaminato anche la regolarità del sonno dei bambini stessi, grazie a un questionario apposito, e l'hanno confrontata con quella rilevata in un gruppo di controllo di 102 coetanei. Ne è emersa una qualità del sonno scadente per il 40% delle madri e uno stato depressivo riscontrato nel 44% dei casi. Anche tra i piccoli affetti da paralisi cerebrale infantile, sono stati osservati numerosi disturbi del sonno: ansie notturne, frequenti risvegli, parainsonnie e difficoltà di respirazione sono molto più frequenti che nei bambini sani di pari età. Gli autori raccomandano che, nella normale pratica clinica, questi bambini vengano individuati come soggetti a rischio di disturbi del sonno, per essere trattati in modo opportuno.


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
L'esperto risponde