Farmaci al supermercato: risparmio, ma non sulla salute

16 ottobre 2012
News

Farmaci al supermercato: risparmio, ma non sulla salute



farmaci, supermercati, corner, risparmi, farmacia


Italiani a caccia di prezzi bassi, sconti, promozioni e offerte speciali, ma senza rinunciare alla salute. E in tempi di crisi anche la Grande distribuzione organizzata (Gdo) si mostra in affanno. A fotografare un'Italia sempre meno gaudente, ma che non perde di vista il proprio benessere, è il recente rapporto Coop 2012, redatto dall'Ufficio studi di Ancc-Coop (Associazione nazionale cooperative di consumatori) con la collaborazione scientifica di Ref (Ricerche per l'economia e la finanza) Ricerche e il supporto di Nielsen. Il 65% delle famiglie, emerge dai dati, «compara i prezzi con più attenzione», il 53% non si ferma al primo punto di vendita, ma ne gira diversi «per cercare sconti, promozioni commerciali e offerte speciali»; il 42% «preferisce le grandi confezioni» di alimenti, nel cosiddetto formato convenienza. Ma negli altri segmenti prediligono confezioni più piccole e acquisti più frequenti per ridurre gli sprechi e spesso ricorrono a preparazioni fai da te. Una linea di tendenza che riguarda tutti i settori, ma che ha meno impatto sugli acquisti che riguardano salute e benessere: «in maniera contro intuitiva» spiega il Rapporto «crescono i prodotti a maggior valore unitario, continua l'ascesa dei prodotti salutistici e funzionali, si allargano i consumi bio». Dal 2007 al 2011 il carrello della salute ha fatto registrare, infatti, un +3,3% e le parafarmacie un +9%. Per concludere, il Rapporto tasta il polso della Gdo che, per la prima volta, sembra perdere colpi soprattutto al Sud: si riducono le superfici di vendita e le chiusure superano le aperture. «Le performance di bilancio delle grandi imprese distributive presenti in Italia» si legge nel rapporto «sono molto distanti dalla media europea e in netto peggioramento».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde