Genitori ben informati prevengono l'obesità dei bambini

11 marzo 2013
News

Genitori ben informati prevengono l'obesità dei bambini



bambini, obesità, stile di vita, attività fisica, alimentazione


Educare i genitori ad adottare comportamenti alimentari corretti e uno stile di vita attivo per i loro figli fin dalla più tenera età può ridurre il rischio che sviluppino sovrappeso e obesità negli anni successivi. Ma quali interventi sono efficaci a modificare le abitudini alimentari e lo stile di vita dei bimbi? A questa domanda ha cercato di dare una risposta un gruppo del Centro di ricerca per l'attività fisica e la nutrizione della Deakin university di Burwood, in Australia, con un articolo pubblicato sulla rivista Pediatrics. Un gruppo di 542 genitori di bambini dell'età media di 4 mesi è stato esposto per un periodo di 15 mesi a 12 ore settimanali di informazione su corretti tipi di alimentazione e su durata e frequenza dell'attività fisica nella vita quotidiana. Con analoghe modalità, a un secondo gruppo di genitori sono state invece fornite informazioni utili alla crescita ma non riguardanti l'educazione alimentare e sportiva dei propri figli. I ricercatori hanno poi valutato alcuni parametri come il tipo di dieta, l'attività fisica, l'indice di massa corporea e la durata della permanenza davanti alla Tv dopo 1, 5 e 16 mesi. «I figli dei genitori informati consumavano meno bibite fuori dai pasti e una quantità minore di snack dolci, oltre a guardare la televisione per tempi inferiori rispetto agli altri bambini» afferma Karen Campbell, primo autore dello studio. «Non abbiamo però riscontrato alcuna differenza significativa nella crescita e nell'indice di massa corporea entro i 20 mesi d'età, anche se non è da escludere che il mantenimento di questi tipi di comportamenti alimentari possa avere un impatto positivo più a lungo termine. Proprio per questo motivo, stiamo seguendo un gruppo di bambini fino all'età di 5 anni e l'esito di questo monitoraggio sarà disponibile entro la fine del 2013» prosegue Campbell. Tradurre i risultati di questo studio nel mondo reale potrebbe avere un impatto positivo sulla salute dei bambini con costi relativamente bassi. Senza contare che la maggiore disponibilità di cibi sani in casa e l'effetto emulativo potrebbero avere effetti positivi anche sugli altri membri della famiglia.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde