Coliche ed emicrania, un legame sospetto

22 aprile 2013
News

Coliche ed emicrania, un legame sospetto



emicrania, coliche infantili, bambino, adolescente


L'emicrania nei ragazzi fra 6 e 18 anni si associa a una storia di coliche infantili, ma per capire cosa leghi tra loro i due disturbi servono ulteriori studi. Lo afferma Luigi Titomanlio, pediatra e neurobiologo al Robert Debré Hospital e all'università Paris Diderot di Parigi, nonché coordinatore di uno studio sull'argomento appena pubblicato su Jama. «Si sospetta una colica infantile se il piccolo, ben nutrito e in buona salute, piange e si agita per più di 3 ore al giorno, più di 3 giorni alla settimana, e per più di 3 settimane al mese» spiega il ricercatore. L'emicrania, invece, è tra le cause più comuni di cefalea con due principali sottotipi: con e senza aura. «L'associazione tra le due sindromi dolorose è stata proposta ma non ben studiata» riprende Titomanlio, che insieme ai colleghi ha indagato l'esistenza di un legame tra emicrania e coliche in uno studio svolto su 208 ragazzi tra 6 e 18 anni arrivati con emicrania al pronto soccorso (PS) di tre ospedali europei tra aprile e giugno 2012. Il gruppo di controllo era composto da 471 coetanei ricoverati nel medesimo periodo nei PS degli stessi centri per traumi minori. Un questionario sulla storia personale di coliche infantili è stato sottoposto ai partecipanti. Dai risultati è emerso che i bambini con emicrania avevano maggiori probabilità di aver avuto coliche infantili rispetto a quelli senza emicrania (72,6% contro 26,5%), sia nella varietà senza aura (142 casi, 73,9% contro 26,5%) sia in quella con aura (66 casi, 69,7% contro 26,5%). «Il legame tra coliche infantili ed emicrania potrebbe dipendere da meccanismi patogenetici comuni» ipotizza il pediatra. «Per esempio, molecole coinvolte nella modulazione dell'attività sensoriale, come il Cgrp (calcitonin-gene related peptide), potrebbero giocare un ruolo in entrambe le patologie. Il Cgrp, infatti, viene rilasciato durante gli episodi di emicrania, ed è anche coinvolto nella patogenesi del dolore addominale inducendo l'infiammazione dei neuroni sensoriali nell'intestino».



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
L'esperto risponde