Viagra: scade il brevetto in Italia e arriva il generico a prezzo tagliato

25 giugno 2013
News

Viagra: scade il brevetto in Italia e arriva il generico a prezzo tagliato



viagra generico pfizer


È la pillola più famosa del mondo. Nei primi 14 anni dal lancio, avvenuto nel 1998, sono state consumate circa due miliardi e mezzo di pillole, pari a 6 pasticche al secondo, e 41,4 milioni di pazienti hanno provato il Viagra almeno una volta nella vita. Ora il brevetto è scaduto anche in Italia, scatenando la corsa tra le aziende farmaceutiche per assicurarsene la produzione. Sildenafil (Viagra) infatti da sabato è entrato in farmacia come medicinale generico a un prezzo più basso anche del 75 per cento, rispetto al suo originatore, la famosa pillola blu. La stessa Pfizer, produttrice del Viagra, ha deciso di entrare sul mercato con un suo generico e i produttori di generici si sono allineati a un taglio del prezzo che si ferma al 20-25 per cento in meno. Mentre un'azienda italiana, la Doc Generici, ha deciso di tagliare il 60 per cento sul prezzo della confezione da quattro compresse da 50 mg e il 75 per cento su quella da 25 mg. Brevettato dall'americana Pfizer nel 1996, il farmaco per la disfunzione erettile si è diviso il mercato con le altre due pillole - gialla (Cialis) e arancione (Levitra) - contro l'impotenza maschile. L'Italia è il secondo paese in Europa per consumo, dopo l'Inghilterra, con oltre 60 milioni di compresse vendute in dieci anni e con una media di 4.300 pillole ogni 1000 uomini oltre i 40 anni. Il Lazio è la regione dove se ne consuma di più (7,5 milioni in dieci anni). Seguono Toscana ed Emilia Romagna. La classifica delle città vede sul podio Pistoia, Roma e Rimini. L'età media dei consumatori è 50-55 anni.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Salute maschile
17 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
La procreazione assistita è anche una scelta socio-culturale
Salute maschile
16 ottobre 2017
Notizie e aggiornamenti
La procreazione assistita è anche una scelta socio-culturale
L'esperto risponde