Frutta e verdura in vita anche dopo il raccolto

01 luglio 2013
News

Frutta e verdura in vita anche dopo il raccolto



frutta verdura nutrizione raccolta


La frutta e la verdura nelle ceste del fruttivendolo o sugli scaffali del supermercato sono ancora vive. Lo hanno scoperto i ricercatori della Rice University di Houston (Usa): «Frutta e verdura, anche dopo la raccolta, sono in grado di rispondere ai segnali di luce e di conseguenza cambiare la loro biologia in modi che possono influenzare il valore della salute e la resistenza agli insetti: forse dovremmo conservare i nostri ortaggi e la frutta in base ai cicli di tempo, luce/buio, e quando li cuciniamo e mangiamo, al fine di migliorare il loro valore salutare». Nel loro studio, pubblicato sulla rivista Current Biology, i ricercatori hanno analizzato diversi tipi di frutta e verdura e in tutti hanno scoperto che le piante cambiano la propria fisiologia durante le diverse ore della giornata, e questo processo è pilotato dai ritmi circadiani - così come avviene negli esseri umani. Tuttavia, la differenza tra gli animali e i vegetali, è che questi ultimi essendo costituiti da molte e distinte parti (radici, foglie, rami eccetera) possono continuare a metabolizzare e sopravvivere indipendentemente per un certo tempo: i vegetali, anche se raccolti o staccati dalla pianta, o ancora tagliati, rimangono infatti attivi e vivi a livello cellulare. Questo significa che i loro orologi biologici continuano a funzionare perché, hanno dimostrato i ricercatori, reagiscono al cambiare della luce durante la giornata.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
L'esperto risponde