Diabete di tipo 2: la frutta riduce il rischio ma i succhi di frutta l'aumentano

03 settembre 2013
News

Diabete di tipo 2: la frutta riduce il rischio ma i succhi di frutta l'aumentano



frutta prevenzione diabete di tipo 2


Strano ma vero. Pensate che tra mangiare un frutto e berne il succo non ci sia alcuna differenza? Vi sbagliate e di grosso. Un nuovo studio, pubblicato sul Bmj - British medical journal e condotto da un team di ricercatori del Regno Unito, degli Usa e di Singapore, ha scoperto infatti che mangiare frutti (su tutti mirtilli, mele e uva) riduce di molto il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2, mentre berne il succo lo aumenta.

Gli scienziati hanno selezionato accuratamente un campione molto ampio (200mila persone) che ha consumato mirtilli, uva e mele appunto ma anche pesche, fragole, albicocche, banane, prugne, melone, arance, fragole, pompelmi, susine e bevuto succhi di arancio, pompelmo e mela.
I risultati dell'analisi hanno mostrato che chi assumeva tre porzioni a settimana di mirtilli, uva, uva passa, mele e pere aveva ridotto del 7 per cento il rischio di diabete di tipo 2. Al contrario, chi aveva consumato più succhi di frutta lo aumentava del 6,5 per cento.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde