Bimbi, a letto preso e sempre alla stessa ora per evitare disturbi comportamentali

18 ottobre 2013
News

Bimbi, a letto preso e sempre alla stessa ora per evitare disturbi comportamentali



infanzia; sonno


La sera dei bambini? A nanna presto e sempre alla stessa ora. Non è un luogo comune antiquato, ma una regola fondamentale.

Dormire male da piccolini predispone i bimbi a soffrire di disturbi del comportamento tra cui iperattività, problemi di condotta, difficoltà con i coetanei. È quanto rivela un grosso studio su oltre 10mila bimbi condotto dalla University College di Londra e pubblicato sulla rivista Pediatrics.

Gli studiosi hanno osservato gli orari a cui i bimbi andavano a letto a 3 fasi dell'infanzia, cioè a 3, 5 e 7 anni, scoprendo che a tutte queste età, andare a dormire a orari irregolari risulta legato a difficoltà comportamentali. Non solo i disagi aumentano se la cattiva abitudine dura nel tempo. Nel senso che i bimbi che sia a tre, sia a 5 sia a 7 anni non hanno regolarità nell'addormentarsi hanno disturbi peggiori rispetto ai bimbi che hanno ritmi irregolari solo a 3 e 5 anni o solo a 3 anni.

L'aspetto positivo è che gli effetti sono reversibili: i bambini che da orari irregolari passano a orari regolari mostrano miglioramenti nel loro comportamento.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde