Un rimedio per la depressione degli anziani? Internet

28 aprile 2014
News

Un rimedio per la depressione degli anziani? Internet



anziani; internet


Gli anziani senza un compagno, quelli che vivono lontani dalla propria famiglia e quelli che soffrono di disabilità o patologie fastidiose sono i soggetti più facilmente inclini a soffrire di depressione. Contro questa situazione, secondo una ricerca della Michigan state University, può fare molto Internet. Lo studio, pubblicato sul Journal of gerontology, ha esaminato per 6 anni la vita di migliaia di anziani statunitensi e ha rilevato che la socializzazione online può ridurre vistosamente il problema, almeno del 30 per cento.

Un dato importante se si pensa che secondo le più recenti indagini dell'Italian longitudinal study on aging dell'Università di Padova, l'anziano italiano è il più depresso d'Europa.

Internet, scrivono i ricercatori, consente alle persone anziane che sono in grado di comunicare di rimanere in contatto con le loro reti sociali, e non sentirsi sole. La ricerca ha analizzato i dati raccolti dalla Health and retirement survey su oltre 22mila americani anziani.

Ovviamente i ricercatori avvisano che in ogni cosa ci vuole equilibrio, dunque anche nell'utilizzo della tecnologia: un po' può aiutare; troppa può danneggiare.
«Se ci si siede davanti a un computer tutto il giorno», scrivono infatti, «ignorando i ruoli che si hanno nella vita e le cose che si devono realizzare si può andare incontro a effetti negativi. Ma se lo si usa con moderazione e si fanno le cose che migliorano la propria vita, gli effetti saranno probabilmente positivi in termini di salute e benessere».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
L'esperto risponde