Carne rossa: il consumo eccessivo può favorire il cancro al seno

12 giugno 2014
News

Carne rossa: il consumo eccessivo può favorire il cancro al seno



cancro al seno


Basta bistecche e fiorentine, soprattutto per le donne. Gli scienziati dell'Harvard school of public health di Boston hanno infatti analizzato la dieta di quasi 3mila donne che hanno sviluppato il cancro al seno scoprendo che un consumo eccessivo di carne rossa negli anni giovanili può aumentare il rischio di ammalarsi di tumore al seno.

Nell'articolo che illustra sul British medical journal lo studio, i ricercatori scrivono che è meglio sostituire la carne rossa con fagioli, piselli, lenticchie, noci, pesche e carne bianca. Meglio cioè nutrirsi con le proteine vegetali, oltre, ovviamente a mantenere uno stile di vita attento a non ingrassare, evitare fumo e alcol e fare attività fisica. Sulla base di questo studio e di altri precedenti che mettevano in evidenza i rischi oncologici legati al consumo di carne rossa, il Dipartimento della salute americano suggerisce di non superare mai i 70 grammi (peso alla cottura) di carne rossa al giorno.



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Salute femminile
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde