Meno esercizio fisico, più obesità

16 luglio 2014
News

Meno esercizio fisico, più obesità



obesità


Sale il numero delle persone con chili di troppo negli Stati Uniti, ma l'obesità non sarebbe dovuta ad abitudini alimentari scorrette, dato che l'alimentazione non si è sostanzialmente modificata rispetto al passato, bensì a una vita più sedentaria che non dedica spazio a movimento e attività fisica.

L'avvertimento viene da uno studio pubblicato sulla rivista American journal of medicine a opera di un gruppo di ricercatori, sulla base dei dati degli ultimi vent'anni della Us national health and nutrition examination survey (un'indagine statunitense sulla salute e la nutrizione).
I dati raccolti hanno mostrato una riduzione marcata del tempo dedicato all'attività fisica, in particolare per quanto riguarda le donne giovani, con un aumento dell'indice di massa corporea medio (indice che mette in relazione peso e altezza).
Nello stesso tempo non è stato rilevato un cambiamento nelle calorie consumate. Guardando i numeri, nel 2010 circa una donna adulta su due (51,7 per cento) non dedicava parte del suo tempo libero ad attività fisica, e fra gli uomini questa percentuale scendeva di poco (43,5 per cento). Inoltre, l'indice di massa corporea è aumentato ogni anno dello 0,37 per cento in media, soprattutto nelle giovani donne, mentre considerando il giro vita, per valutare l'obesità addominale, è stato visto un aumento medio ogni anno dello 0,37 per cento nelle donne e dello 0,27 per cento negli uomini.

«Se il sovrappeso da solo aumenti il rischio di mortalità resta controverso, ma la tendenza di obesità addominale fra chi è in sovrappeso è di interesse alla luce del rischio che si associa all'aumento del girovita indipendentemente dall'indice di massa corporea» spiega Uri Ladabaum, della Stanford university school of medicine, primo autore dello studio che poi conclude: «I nostro risultati non sostengono l'idea popolare che l'aumento dell'obesità negli Stati Uniti possa essere attribuito in primo luogo all'aumento sostenuto nel tempo delle calorie medie assunte ogni giorno dalla popolazione Usa».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
L'esperto risponde