Ascolta! Otto consigli per chi convive con un disturbo dell'udito

05 agosto 2014
News

Ascolta! Otto consigli per chi convive con un disturbo dell'udito



problemi di udito


«Il problema dell'ipoacusia durante viaggi e vacanze - spiega Antonio De Caria, audiologo - è un fenomeno 'silenzioso', di cui si parla poco e che è spesso sottovalutato. Infatti, le persone con un deficit dell'udito possono andare incontro a diverse difficoltà, che rischiano di disturbare le tanto attese ferie estive. Mi riferisco, per esempio, al rischio di perdere un treno perché non si riesce a sentire o a capire l'altoparlante che annuncia un cambio di binario. Oppure il rischio di isolamento durante una festa, perché la musica, il vociare e i rumori interferiscono con la conversazione. Eppure, basterebbe poco per mettere al sicuro le vacanze: la perdita uditiva è facilmente diagnosticabile con un test audiometrico e nel 95 per cento dei casi è risolvibile con un apparecchio acustico che, con piccoli accorgimenti (non deve essere bagnato, devono essere fatti dei controlli periodici), permette di trascorrere senza pensieri le proprie ferie».

E l'estate può nascondere alcune piccole insidie per chi ha un deficit dell'udito, per aiutarli Amplifon ha elaborato il Piccolo Vademecum per 'Sentirsi' in Vacanza.

1. Effettuare un semplice esame audiometrico, della durata di pochi minuti, prima della partenza: consente di valutare il tipo e il grado di perdita uditiva, individuando così la soluzione migliore al proprio problema.

2. Prima di prenotare la vacanza, informarsi sulla presenza di servizi dedicati alle persone con problemi uditivi in hotel, treno o aereo.

3. Chiedere sempre una conferma scritta di prenotazioni, prezzi, date e itinerari di viaggio.

4. Quando si va in un paese straniero, imparare la frase "Può ripetere, non sento bene" nella lingua locale.

5. Informare lo staff dell'hotel che si possono avere delle difficoltà a sentire gli allarmi (ad esempio l'antincendio), il telefono o il bussare alla porta.

6. Evitare, se possibile, di viaggiare da soli e farsi accompagnare da un amico o familiare che nelle situazioni più complicate per l'ascolto (ad es. feste chiassose, stazioni) possa stare vicino e ripetere ciò che non si è sentito.

7. Chiedere ai compagni di viaggio di scandire bene le parole e di evitare di parlare da lontano.

8. Chi ha un apparecchio acustico deve ricordarsi di farlo controllare prima della partenza e di portare sempre con sé le batterie di ricambio. Per mantenerlo efficiente è importante non bagnarlo e pulirlo sempre la sera prima di andare a letto.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Sentire poco, vivere male
Orecchie naso e gola
03 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Sentire poco, vivere male
Perdita dell’udito, ecco le conseguenze sulla vita di tutti i giorni
Orecchie naso e gola
14 novembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Perdita dell’udito, ecco le conseguenze sulla vita di tutti i giorni
L'esperto risponde