Geni e pratica per diventare grandi musicisti

24 luglio 2014
News

Geni e pratica per diventare grandi musicisti



musicisti


Non solo pratica e determinazione con ore e ore di esercizi, non solo genetica - inteso come innato talento musicale -, ma piuttosto la genetica che aiuta da un altro punto di vista, predisponendo a impegnarsi di più per diventare grandi musicisti.

Il tema sul ruolo della natura e della cultura nel raggiungere grandi risultati e competenze è un dibattito aperto, e lo studio pubblicato sulla rivista Psychonomic bulletin & review aggiunge un dato nell'ambito musicale sull'interazione tra i due aspetti.

I ricercatori David Hambrick della Michigan state university ed Elliot Tucker-Drob della University of Texas di Austin hanno rivoluzionato le carte in gioco aggiungendo un nuovo punto di vista rispetto a quanto comunemente ritenuto, cioè che si possa superare la mancanza di talento naturale con pratica ed esercizio. Valutando oltre 800 coppie di gemelli, i due ricercatori hanno visto che i musicisti completi si esercitavano molto di più rispetto a quelli che non raggiungevano i medesimi risultati come livello di competenza musicale, e dal confronto dei gemelli identici (quindi con gli stessi geni) e dei gemelli non identici (con la metà dei geni uguali) hanno concluso che la genetica influenza in parte l'inclinazione a esercitarsi di più.

Tornando al discorso precedente, natura e cultura che interagiscono l'una con l'altra. Lo studio sui gemelli ha quindi mostrato una correlazione gene-ambiente, nel senso di un effetto genetico sull'esercizio in campo musicale «tale che gli effetti genetici sulla realizzazione della musica erano più marcati tra le persone più impegnate nell'esercizio della musica, suggerendo che la pratica favorisce l'espressione di quei potenziali genetici che predispongono alle prestazioni più qualificate» afferma Hambrick commentando i risultati ottenuti.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Ultimi articoli
L'esperto risponde