Chi pranza in ufficio è a maggiore rischio obesità

24 ottobre 2014
News

Chi pranza in ufficio è a maggiore rischio obesità



mangiare alla scrivania


Non fa differenza: portarsi il cibo da casa e consumarlo alla scrivania in ufficio, andare in mensa o mangiare al bar fa decisamente ingrassare. Secondo uno studio del Queens College di New York è una delle cause che porta all'innalzamento del rischio obesità. Non solo: chi pranza fuori casa ha livelli più bassi di vitamine e il colesterolo alto.

La ricerca è stata condotta monitorando le abitudini alimentari di 8.314 persone per 5 anni, concentrandosi soprattutto sulle conseguenze del numero dei pasti consumati fuori casa. Ecco i risultati: chi in una settimana ha mangiato sei o più pasti lontani da casa ha un più alto indice di massa corporea e minori concentrazioni di lipoproteine ad alta densità, cioè di molecole che rimuovono il colesterolo in eccesso, e hanno anche meno vitamine C ed E. Questo risultato si è manifestato con maggiori percentuali nelle donne e negli adulti over 50.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
L'esperto risponde