La dieta mediterranea allunga la vita

09 marzo 2018
News

La dieta mediterranea allunga la vita



La dieta mediterranea e i suoi alimenti sono da decenni al centro di ricerche scientifiche. Si studiano gruppi di migliaia di persone per capire quanto e perché alcuni cibi sono così utili per il mantenimento della nostra salute. È cosi emerso chiaramente che, lungi dall'essere l'unica al mondo, è la dieta migliore. E si basa su queste componenti fondamentali:

• consumo alto di olio di oliva
• consumo alto di legumi
• consumo alto di cereali, soprattutto non raffinati
• consumo alto di frutta e di verdura
• consumo moderato di prodotti lattiero caseari, soprattutto yogurt
• consumo moderato o alto di pesce
• consumo moderato di vino
• consumo basso di carne e suoi derivati

Ebbene, negli anni Novanta uno studio condotto su 400 persone che misurava il ruolo della dieta mediterranea nella incidenza della mortalità, ha rivelato che il 17% della riduzione della mortalità complessiva era associata ad un maggior ruolo di questi alimenti sulle tavole del campione esaminato. Antonia Trichopoulou, presidente della Fondazione Ellenica per la Salute e direttore del Centro sulla nutrizione Oms, conferma questa tendenza in una successiva ricerca. "Uno studio molto importante ha preso in esame in Grecia oltre 28 mila persone che aderivano alla dieta mediterranea" spiega. "Ebbene, i risultati sono stati sorprendenti. La mortalità totale è stata ridotta del 25%, le patologie coronariche hanno registrato una riduzione del 33% e la mortalità del cancro è stata ridotta del 24%".

Benefici se si mangiano tutti gli alimenti

È importante aggiungere che questi risultati sorprendenti erano legati all'uso complessivo della dieta mediterranea e non ai singoli alimenti. Significa che la riduzione delle patologie è dovuta alla funzione sinergica o antagonista tra le varie componenti della dieta mediterranea e alla loro interazione. Sinergie che vanno ancora studiate a fondo per comprendere proprio quali sono gli impatti metabolici responsabili di questi effetti benefici. E non è tutto. Se recenti studi evidenziano come l'aderenza alla dieta mediterranea porti alla riduzione dell'11% del rischio cardiovascolare, altre evidenze scientifiche interessano la demenza, uno dei principali problemi della nostra società, attuale e futura. "Uno studio molto esteso, condotto su oltre 27 mila soggetti, seguiti per 26 anni - conclude Antonia Trichopoulou - dimostra che la dieta mediterranea può addirittura contribuire a prevenire la demenza".

Carla De Meo



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde