Il glutine può fare male anche a chi non è celiaco

30 ottobre 2014
News

Il glutine può fare male anche a chi non è celiaco



glutine


Il glutine è in agguato anche per chi non è celiaco e può provocare disturbi che possono essere scambiati per sindrome del colon irritabile o altre alterazioni del funzionamento dell'apparato digerente.

Lo studio Glutox dell'Associazione italiana gastroenterologi ed endoscopisti ospedalieri (Aigo) ha stabilito in uno su quattro la proporzione tra i pazienti che manifestano disturbi al colon che sono solamente sensibili al glutine. Lo studio, che ha come obiettivo quello di verificare la reale diffusione della sensibilità al glutine - patologia diversa dalla celiachia e caratterizzata dagli stessi sintomi - è stato presentati a Vienna nel corso della United european gastroenterology week, il congresso annuale dell'associazione che raccoglie tutte le società scientifiche gastroenterologiche del Continente.

La ricerca è stata compiuta privando di glutine un gruppo di pazienti che manifestavano sintomi di sindrome del colon irritabile e reintroducendolo dopo tre settimane. È così emerso che il 26 per cento di loro manifestava di nuovo gravi sintomi.
Un risultato importante: per questo tipo di paziente si potrebbe infatti utilizzare una terapia esclusivamente basata sulla dieta.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde