Lenti a contatto: istruzioni per l’uso

24 novembre 2014
Focus

Lenti a contatto: istruzioni per l'uso



lenti a contatto


Ogni anno negli Stati Uniti le infezioni agli occhi causate dall'utilizzo scorretto delle lenti a contatto sfiorano il milione di casi. È quanto si legge in un articolo pubblicato dagli esperti statunitensi dei Centers for disease control and prevention (Cdc) che hanno analizzato tre database nazionali con i dati di centri ambulatoriali e dipartimenti di pronto soccorso per cercare di stimare il numero annuale di cheratiti, una forma comune infezione agli occhi.
E i numeri sono decisamente elevati: 930mila visite negli studi medici e in centri ambulatoriali, alle quali si aggiungono 58mila visite in pronto soccorso.

«La cheratite è un'infezione potenzialmente molto pericolosa, che può portare anche a cecità» spiegano gli esperti dei Cdc, sottolineando che per i 38 milioni di statunitensi che utilizzano lenti a contatto, il principale fattore di rischio è senza dubbio l'utilizzo scorretto delle lenti.
«Le lenti a contatto hanno molti benefici, ma non sono certo prive di rischi» precisa Jennifer Cope, epidemiologa dei Cdc. «Per esempio, indossarle anche durante la notte aumenta di almeno 20 volte la probabilità di sviluppare un'infezione agli occhi».
Da non dimenticare poi che, oltre che alla salute, utilizzare male le lenti a contatto causa problemi anche al portafoglio: le cheratiti aggiungono alla spesa sanitaria degli statunitensi circa 175 milioni di dollari ogni anno, circa 140 milioni di euro.

La cheratite è un'infiammazione della cornea (in greco keratos) - la membrana trasparente che riveste la parte anteriore del globo oculare - e può essere causata da diversi fattori: fisici (raggi ultravioletti), biologici (batteri, virus, funghi, eccetera) o chimici (per esempio, acidi). E in alcuni casi anche patologie come la sindrome dell'occhio secco, la carenza di vitamina A o problemi al sistema immunitario possono aprire le porte al disturbo. A livello fisico, la cheratite si manifesta con sintomi come arrossamento e/o dolore all'occhio, intolleranza alla luce (fotofobia), lacrimazione abbondante, problemi di visione - come una sorta di "vista annebbiata", opacità a livello della cornea, formazione di tessuto fibroso sotto l'epitelio, e altro ancora. E se questi sintomi vengono trascurati, c'è il rischio cha la cornea venga danneggiata in modo irreparabile, magari con la perdita di tessuto dell'epitelio o la formazione di cicatrici che riducono la qualità della vista. Nei casi più gravi si arriva anche alla cecità, ma in realtà, con un po' di attenzione molte cheratiti possono essere prevenute e, una volta presenti, possono essere curate.

Tra le persone più a rischio di cheratite ci sono i portatori di lenti a contatto, che spesso non utilizzano le lenti nel modo più appropriato, aumentando così il rischio di sviluppare pericolose infezioni come la cosiddetta cheratite da Acanthamoeba. Si tratta di un microrganismo - un protozoo per la precisione - molto resistente che si trova in genera nelle acque di fiumi e piscine e bastano piccole lesioni della cornea, causate magari dalla lente a contatto, per causare infezioni che possono raggiungere anche il bulbo oculare.

Ecco allora alcune regole di base per utilizzare le lenti a contatto in tutta sicurezza:
1. Lavarsi bene le mani con acqua e sapone prima di toccare le lenti.
2. Togliere le lenti prima di dormire, fare la doccia o fare il bagno in piscina.
3. Dopo averle tolte, sciacquare le lenti a contatto nell'apposito liquido disinfettante e conservarle nei liquidi specifici (non utilizzare acqua corrente).
4. Prestare attenzione anche al contenitore dove si conservano le lenti: sciacquarlo con la soluzione per le lenti a contatto e cambiarlo almeno ogni 3 mesi.
5. Non scambiarsi mai le lenti a contatto, nemmeno quelle cosmetiche.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Occhio secco: dal 2 al 31 maggio visite gratuite
Occhio e vista
17 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Occhio secco: dal 2 al 31 maggio visite gratuite
Sindrome dell'occhio secco, come riconoscerla e curarla
Occhio e vista
27 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Sindrome dell'occhio secco, come riconoscerla e curarla
Glaucoma, il killer silenzioso della vista
Occhio e vista
14 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Glaucoma, il killer silenzioso della vista
L'esperto risponde