I bimbi sentono la rabbia dei grandi

25 novembre 2014
News

I bimbi sentono la rabbia dei grandi



bambino imita adulto.jpg


I bimbi hanno una sorta di radar emotivo che si è rivelato decisamente sorprendente. Con queste parole gli autori di un articolo da poco pubblicato sulla rivista Cognitive development descrivono i risultati della loro ricerca nella quale sono stati coinvolti 150 bambini di 15 mesi.

«I bambini sono come spugne: imparano non solo dalle esperienze dirette, ma anche osservando i comportamenti e le interazioni di chi li circonda» afferma Andrew Meltzoff dell'Università di Washington e co-autore dello studio.

Ecco come si è svolto l'esperimento: seduti in grembo ai propri genitori, i bimbi osservavano un ricercatore che mostrava loro come utilizzare giochi che emettevano diversi tipi di suoni. A un certo punto un'altra persona entrava nella stanza, si sedeva e cominciava a lamentarsi delle azioni svolte dal ricercatore con i giocattoli. Una volta lasciati liberi di utilizzare i giochi, i bambini hanno mostrato come le loro "antenne emozionali" fossero ben attive durante l'esperimento.
«Se la persona "arrabbiata" non era più nella stanza o era girata di spalle, i bimbi prendevano i giocattoli e cominciavano subito a imitare le azioni del ricercatore» dice l'autore, che poi aggiunge: «Se invece rivolgeva lo sguardo ai piccoli (anche uno sguardo neutro) o era rivolto verso di loro, magari nell'atto di leggere una rivista, i bimbi aspettavano qualche secondo prima di avvicinarsi ai giocattoli ed era meno probabile che imitassero le azioni del ricercatore».

In altre parole, i bambini trattavano la persona che prima si era mostrata arrabbiata come se lo fosse ancora anche se non mostrava al momento segni di rabbia nei loro confronti. «Sono in grado di ricordare la storia emotiva di una persona» chiarisce Meltzoff, che assieme ai suoi colleghi ha anche valutato l'impulsività dei partecipanti allo studio, un parametro importante perché il non riuscire a controllarsi potrebbe influenzare lo sviluppo nel tempo con effetti sull'apprendimento scolastico o sui traguardi sociali e accademici.

«I genitori devono essere ben consapevoli del fatto che i loro figli sin da piccolissimi sono influenzati da ciò che succede a livello emotivo attorno a loro e che quelli più impulsivi potrebbero aver bisogno, oltre all'osservazione dei comportamenti degli altri, anche di un maggior supporto per imparare a contenere questa loro caratteristica» conclude l'autore.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde