Tristi da piccoli, obesi da grandi

17 settembre 2009
News

Tristi da piccoli, obesi da grandi



Uno studio condotto dai ricercatori dell'Istituto di psichiatria del King's College di Londra ha rilevato che le difficoltà emotive vissute durante l'infanzia comportano un rischio elevato di sviluppare obesità in età adulta. Per giungere a queste conclusioni gli autori hanno esaminato i dati di 6500 soggetti nati nel 1970 e inseriti nel 1970 British Birth Cohort Study, che all'età di 10 anni erano stati valutati per problemi emotivi, autopercezione e indice di massa corporea (IMC). Inoltre, all'età di 30 anni avevano nuovamente fornito i dati di IMC. E' emerso che i bambini che dalle risposte date ai questionari, mostravano una bassa autostima, scarso controllo della propria vita e frequente preoccupazione erano poi quelli che nei successivi 20 anni avevano aumentato di più il peso corporeo. Questo effetto era particolarmente evidente nelle donne, mentre negli uomini, in particolare, era la bassa autostima a sortire l'effetto più forte sul peso corporeo. Gli stessi autori suggeriscono che un intervento mirato su bambini che soffrono di bassa autostima, ansia o altre difficoltà della sfera emotiva, può offrire maggiori possibilità di avere una buona salute fisica nel lungo termine. (S.Z.)

Biomedcentral Medicine, 2009, 7:46


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde