Dimmi com’è la tua casa, ti dirò se sei sovrappeso

13 maggio 2015
News

Dimmi com'è la tua casa, ti dirò se sei sovrappeso



casa


Non è solo una questione di quanto si mangia. Il rapporto tra l'ambiente che ci circonda e il peso corporeo è molto stretto e lo si vede persino osservando le case in cui viviamo, anche se spesso non ce ne rendiamo conto. Lo hanno affermato dalle pagine della rivista International Journal of Obesity i ricercatori guidati da Charles Emery, professore di psicologia della Ohio State University, negli Stati Uniti, dopo aver analizzato le abitazioni, le abitudini alimentari e quelle psico-sociali di un gruppo di 100 persone tra i 20 e i 78 anni.

«Studi precedenti indicano che alcune caratteristiche della casa come la presenza di televisione o macchine per l'esercizio fisico, possono essere associate all'obesità» dice l'autore, che assieme ai colleghi ha analizzato le caratteristiche legate alla disposizione del cibo in casa in combinazione con fattori comportamentali (cibo acquistato), psicologici e sociali nelle persone obese. L'analisi condotta sia su soggetti in forma sia su obesi ha dimostrato che chi tiene il cibo in bella mostra in casa e in posizioni facili da raggiungere ha maggiori probabilità di essere obeso.

«Nel corso di una visita di due ore in casa dei partecipanti abbiamo fatto domande sulle abitudini alimentari e abbiamo esaminato come il cibo fosse disposto in casa» continuano gli autori che hanno anche preso in considerazioni "ostacoli" come scale o porte, che potevano rendere più difficoltoso l'accesso al cibo. E oltre a disporre il cibo in posizioni più facilmente raggiungibili, gli obesi avevano dispense più ricche di cibi poco sani. «E distribuendo questi alimenti anche al di fuori della cucina, diventa davvero difficile non cedere alla tentazione di mangiare» afferma Emery precisando che gli obesi sostenevano di cadere più facilmente vittime del cibo soprattutto in caso di stress o in situazioni nelle quali mangiare è considerato "accettabile".

Anche i sintomi depressivi e la scarsa autostima sono risultate più comuni nelle persone obese rispetto a quelle senza problemi di peso. «Guardando ai dati, non sappiamo dire se l'ambiente domestico abbia causato l'obesità o l'obesità abbia trasformato la casa, ma credo che negli interventi per il controllo del peso si dovrebbe concentrare l'attenzione anche sulle abitazioni poiché la gente trascorre a casa molto del proprio tempo» conclude il ricercatore.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
L'esperto risponde