Al lavoro in bici o a piedi per far pace con la bilancia

20 maggio 2015
News

Al lavoro in bici o a piedi per far pace con la bilancia



lavoro


Non è sempre facile riuscire a ritagliarsi un po' di tempo da dedicare all'attività fisica come suggeriscono gli esperti a chi vuole eliminare i chili di troppo e restare in salute, ma uno studio da poco pubblicato sulla rivista Journal of epidemio logy & community health ha dimostrato che l'obiettivo non è poi così irraggiungibile. Il tragitto che si compie ogni giorno per andare al lavoro potrebbe in un certo senso sostituire la palestra, almeno in base ai dati ottenuti da Adam Martin della University of east anglia di Norwich, in Inghilterra, primo autore dello studio nel quale sono state coinvolte poco più di 4.000 persone.

Nel periodo compreso tra il 2004 e il 2007, tutti i partecipanti hanno fornito per tre volte informazioni sul loro peso, la loro altezza e sui mezzi normalmente utilizzati per andare al lavoro. «Abbiamo innanzitutto calcolato l'indice di massa corporea e in seguito abbiamo cercato di capire se il diverso modo di affrontare il tragitto verso il lavoro potesse influenzare questa misura» afferma l'autore che, assieme ai colleghi, ha tenuto conto anche di altri fattori che potrebbero influenzare il peso e di conseguenza l'indice di massa corporea - un valore che si calcola in base a peso e altezza. E a conti fatti, è emerso che scegliere di andare al lavoro in bici o a piedi aiuta a tenere sotto controllo il peso.

«L'indice di massa corporea si è abbassato di 0,32 kg/m2 nelle persone che hanno scelto di lasciare a casa l'auto in favore di un viaggio attivo (in bici o a piedi), ma anche dei mezzi pubblici, rispetto a chi invece non ha voluto rinunciare all'automobile» spiega Martin che poi precisa: «E questa riduzione è stata tanto maggiore quanto più lungo era il percorso per raggiungere il luogo di lavoro e quanto prima la persona aveva deciso di cambiare le proprie abitudini». A confermare l'impatto sul peso del mezzo di trasporto scelto dai pendolari c'è anche il risultato di una seconda parte dell'analisi dalla quale è emerso che l'indice di massa corporea è aumentato in modo significativo (+ 0,34 kg/m2) per le persone che hanno fatto il passaggio inverso a quello prima descritto, abbandonando il viaggio "attivo" in favore dell'automobile privata.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Ultimi articoli
L'esperto risponde