Meno problemi alla vista con l’uovo

17 novembre 2009
News

Meno problemi alla vista con l'uovo



Consumare regolarmente uova contribuisce a prevenire alcuni disturbi visivi legati all'età. In particolare, l'assunzione giornaliera di quest'alimento da parte di persone anziane in cui sono già presenti alterazioni oculari, è in grado di ridurre il rischio di degenerazione maculare, una grave malattia che colpisce la retina portando molto spesso alla cecità. Sono questi i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista internazionale American Journal of Clinical Nutrition che ha, inoltre, permesso di stabilire che i benefici di tale consumo sono da attribuire all'incremento di luteina e zeaxantina, pigmenti oculari presenti naturalmente sia nella parte della retina chiamata macula sia nel cristallino. L'indagine, durata 5 mesi, ha previsto due fasi ciascuna di 5 settimane in cui sono stati consumati 2 e 4 tuorli d'uovo al giorno, rispettivamente. Entrambe le fasi sono state fatte precedere da un periodo di quattro settimane in cui l'uovo è stato abolito dalla dieta. In anziani che all'inizio dello studio presentavano una bassa densità di pigmenti oculari, mangiare quattro e due tuorli al giorno ne ha determinato un incremento del 50% e del 31%, rispettivamente. In aggiunta, i livelli di luteina sono aumentati del 16% e 24%, rispetto al 36% e 82% della zeaxantina con 2 e 4 tuorli, rispettivamente. Il rischio di innalzamento del colesterolo, infine, è stato tenuto sotto controllo in tutti i partecipanti attraverso l'impiego contemporaneo di statine, farmaci anti-colesterolo. (L.A.)


American Journal of Clinical Nutrition 2009, 90, 5, 1272-9


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
L'esperto risponde