I rapporti sociali fanno bene alla salute, a tutte le età

04 febbraio 2016
News

I rapporti sociali fanno bene alla salute, a tutte le età



I rapporti sociali fanno bene alla salute, a tutte le età


Non è solo questione di avere sempre qualcuno con cui chiacchierare. Costruirsi un'ampia rete di relazioni sociali sembra essere una strategia vincente anche dal punto di vista clinico, poiché si associa a una salute migliore, soprattutto per gli adolescenti e per chi è un po' più in là con gli anni.

Lo dicono gli autori di uno studio da poco pubblicato sulla rivista Pnas che sono riusciti a legare le relazioni sociali con misure concrete del benessere fisico come l'obesità addominale e la pressione alta, tutte condizioni che possono trasformarsi in patologie più gravi sul lungo periodo. «Già in passato alcuni studi avevano dimostrato che gli anziani con più connessioni sociali vivono più a lungo» spiega Kathleen Mullan Harris della University of North Carolina, tra gli autori dello studio che ha guardato a tutte le fasce di età senza limitarsi alla popolazione anziana. «La dimensione della rete di rapporti sociali sembra essere importante per la buona salute in particolare durante l'adolescenza e l'età avanzata» continua la ricercatrice precisando che per gli adulti conta di più la qualità dei rapporti sociali rispetto alla quantità.

Entrando nel dettaglio, si scopre che per i teenager l'isolamento sociale aumenta il rischio di infiammazione tanto quanto l'inattività fisica, mentre chi è socialmente integrato corre meno rischi di sviluppare obesità a livello addominale. Quando si parla invece di anziani, si nota che non avere una rete di rapporti sociali è più pericoloso del diabete come fattore di rischio per lo sviluppo e il controllo dell'ipertensione.

«Sulla base di questi risultati è importante incoraggiare gli adolescenti e le persone anziane a coltivare i rapporti con gli altri e a interagire al meglio con chi li circonda dal momento che, dal punto di vista della salute, la vita sociale attiva conta quanto mangiare bene ed essere attivi fisicamente» concludono gli autori che per le loro ricerche si sono basati sui dati di quattro sondaggi rappresentativi della popolazione statunitense di tutte le età.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Terapie psicosociali per l’Alzheimer
Terza età
12 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Terapie psicosociali per l’Alzheimer
Missione longevità
Terza età
07 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Missione longevità
Alzheimer, perché la diagnosi è difficile
Terza età
28 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, perché la diagnosi è difficile
L'esperto risponde