Cuore e vasi non temono le uova (e il loro colesterolo)

04 marzo 2016
News

Cuore e vasi non temono le uova (e il loro colesterolo)



Cuore e vasi non temono le uova (e il loro colesterolo)


Un gruppo di ricercatori finlandesi scagiona le uova dal sospetto di essere tra le principali responsabili delle malattie coronariche a causa del loro elevato contenuto di colesterolo. Lo studio che ha portato a questa conclusione è stato recentemente pubblicato sulla rivista American journal of clinical nutrition dai ricercatori della University of eastern Finland di Kuopio, guidati da Jyrki Virtanen, professore associato di epidemiologia nutrizionale presso l'università scandinava.

«Il colesterolo che introduciamo attraverso il cibo ha un impatto molto limitato sui livelli che si rilevano poi nel sangue, ma questo non vale per tutti» dice il ricercatore precisando che le persone che presentano una variante particolare del gene ApoE, detta ApoE4, sono più sensibili all'effetto negativo del colesterolo assunto con la dieta. Per cercare di comprendere meglio il legame tra colesterolo alimentare e malattie cardiovascolari, Virtanen e colleghi hanno seguito per oltre 20 anni circa 1.000 uomini finlandesi di età compresa tra 42 e 60 anni al momento dell'inizio della ricerca.

«Abbiamo valutato in particolare il consumo di uova, una delle principali fonti alimentari di colesterolo: circa 200 mg per un uovo di medie dimensioni» continua l'autore, precisando che le persone coinvolte nello studio consumavano in media 398 mg di colesterolo al giorno e circa un terzo di loro era portatore della variante ApoE4. I risultati del lungo periodo di osservazione hanno però stabilito che non ci sono associazioni tra il consumo di uova e il rischio di malattie coronariche o di inspessimento/indurimento delle pareti dei vasi. «L'associazione tra consumo di uova e colesterolo e malattie cardiovascolari non è emersa nemmeno per i portatori del gene ApoE4» aggiunge Virtanen.

Come sostiene Lona Sandon, dietista ed esperta di nutrizione clinica presso l'università del Texas a Dallas, la moderazione è la chiave di tutto. «Le uova possono essere tranquillamente incluse nella dieta anche perché sono ricche di preziose sostanze utili per ossa, occhi e cervello. Anche un uovo al giorno può andare bene, purché inserito nel contesto di una alimentazione sana e bilanciata», conclude Sandon.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
La cellulite
Cuore circolazione e malattie del sangue
04 giugno 2018
Patologie
La cellulite
Le statine: un baluardo contro il colesterolo in eccesso
Cuore circolazione e malattie del sangue
16 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Le statine: un baluardo contro il colesterolo in eccesso