Salire e scendere le scale mantiene giovane il cervello

13 aprile 2016
News

Salire e scendere le scale mantiene giovane il cervello



Salire e scendere le scale mantiene giovane il cervello


Per l'eterna (o quasi) giovinezza del cervello è meglio puntare sulle scale. È quanto emerge da uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Neurobiology of aging da un gruppo di ricercatori guidati da Jason Steffener, della Concordia University di Montreal, in Canada. «Nello studio abbiamo valutato il legame tra attività fisica e livello di istruzione e le differenze che ci possono essere tra età fisiologica del cervello ed età cronologica della persona» afferma l'autore, spiegando che con esami specifici è possibile valutare quanto "giovane" è il cervello dal punto di vista fisiologico.

In particolare, i ricercatori canadesi hanno utilizzato la risonanza magnetica per calcolare il volume di materia grigia corticale e subcorticale di 331 adulti sani di età compresa tra 19 e 79 anni riuscendo, con calcoli ad hoc, a stimare l'età fisiologica del cervello. «Abbiamo poi chiesto ai partecipanti di fornire dettagli sul livello di istruzione e di attività fisica svolta per vedere se è possibile predire in base a questi parametri la differenza tra età cronologica della persona (l'età in base alla data di nascita) e età del cervello» precisa Steffener.

E a conti fatti, sembra proprio che le scale e lo studio facciano la differenza. «Per ogni anno dedicato allo studio il cervello "guadagna" un anno, mentre per ogni rampa di scale in più al giorno l'età cerebrale si riduce di circa 6 mesi» spiegano i ricercatori, ricordando che lo studio non dimostra un legame causa-effetto ma solo un'associazione tra le due variabili analizzate e l'età del cervello. «Esistono già numerose campagne di salute pubblica a sostegno del movimento che includono tra i suggerimenti la scelta delle scale invece dell'ascensore. I risultati della ricerca dovrebbero spingere a estendere tali raccomandazioni anche alle persone anziane che vogliono mantenere giovane la mente» afferma Steffener. «A differenza di molte altre attività fisiche più vigorose che possono risultare più impegnative, salire e scendere le scale è qualcosa che praticamente tutti gli anziani possono fare almeno una volta al giorno» conclude l'autore.


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde