Per gli anziani il cane è il migliore amico dello stile di vita sano

06 giugno 2016
News

Per gli anziani il cane è il migliore amico dello stile di vita sano



Per gli anziani il cane è il migliore amico dello stile di vita sano


Si dice che il cane sia il migliore amico dell'uomo e, secondo i risultati di uno studio da poco pubblicato sulla rivista The gerontologist, questa affermazione è ancora più vera nelle persone anziane, soprattutto se si guarda alla salute. Portare a spasso il proprio cane aumenta infatti il livello di attività fisica giornaliera, aiuta a ridurre l'eccesso di peso e rende meno frequenti le visite dal dottore.

Inoltre, ma non certo meno importante, la relazione che si instaura con il cane porta benefici a livello sociale, aumentando la probabilità e la voglia di intrattenere relazioni con altre persone che "possiedono" un cane. «Svolgere regolarmente attività fisica moderata è fondamentale per mantenersi in forma quando l'età avanza, ma spesso è difficile trovare una motivazione forte per dedicarsi all'esercizio» esordisce Angela Curl, della Miami university (Stati Uniti) e autrice della ricerca che poi aggiunge: «Il legame che si instaura con il proprio cane e il desiderio di prendersi cura dell'amico a quattro zampe sono in genere una motivazione molto forte per uscire a fare una passeggiata».

E per valutare meglio l'impatto degli animali domestici, in particolare i cani, sullo stile di vita e la salute degli over-50, i ricercatori hanno analizzato i dati relativi a 771 persone, 271 delle quali possedevano un cane. «Ai partecipanti è stato chiesto di descrivere il rapporto con il loro cane, se lo consideravano un amico e se ne parlavano con gli altri» spiega Curlche, assieme ai colleghi, ha anche raccolto informazioni sul tempo trascorso con l'animale domestico, sulle abitudini di cammino, sulla velocità di camminata e sulla distanza percorsa durante la settimana.

«I dati dimostrano che, tra le persone coinvolte nella ricerca, chi possiede un cane non ha in generale una salute migliore, ma comunque si muove di più, ha un indice di massa corporea più basso e meno limitazioni fisiche e inoltre si rivolge meno al medico» dicono gli autori precisando che lo studio non dimostra una relazione causa-effetto ma solo un'associazione. «Prendersi cura di un cane ha molti vantaggi per la salute fisica e mentale degli anziani ed è anche un buon metodo per allontanare la solitudine e sentirsi più connessi con la comunità nella quale si vive» commenta Alice Pomidor, professore di geriatria al Florida State university college of medicine.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
L'esperto risponde