Testosterone: un aiuto per migliorare la vita sessuale

18 luglio 2016
News

Testosterone: un aiuto per migliorare la vita sessuale



Testosterone: un aiuto per migliorare la vita sessuale


Non c'è da stupirsi se con gli anni che avanzano calano il desiderio e la capacità di mantenere una vita sessuale particolarmente attiva. Questo calo fisiologico della prestazione sessuale però rappresenta un problema importante per molti uomini over 65 che, stando ai risultati di uno studio appena pubblicato sulla rivista Journal of clinical endocrinology and metabolism, potrebbe essere reso meno pesante grazie a una terapia a base di testosterone.

«La ricerca fa parte di un gruppo di sette studi che hanno valutato l'efficacia dell'uso di testosterone in uomini sintomatici per problemi legati alla funzione sessuale e con bassi livelli dell'ormone» spiega Glenn Cunningham, professore di endocrinologia al Baylor College di Huoston, in Texas. Assieme ai colleghi, l'esperto ha valutato in particolare il trattamento per un anno con un gel a base di testosterone rispetto a un gel placebo, coinvolgendo nella ricerca 470 uomini di età uguale o superiore a 65 anni con bassi livelli di testosterone legati all'età e con una partner che avrebbe voluto avere rapporti almeno due volte al mese.

«Abbiamo verificato i cambiamenti nella funzione sessuale grazie a specifici questionari che i partecipanti hanno compilato ogni tre mesi» precisa l'autore prima di descrivere i risultati dello studio. Stando alle risposte ai questionari, è emerso che l'utilizzo del gel a base di testosterone aveva portato miglioramenti in 10 delle 12 misure di attività sessuale valutate nello studio. «È migliorato il desiderio sessuale, ma sono stati osservati miglioramenti anche nell'attività sessuale, nella frequenza dei rapporti e nella funzione erettile» dice Cunnigham che poi precisa: «Il fatto che la terapia abbia dato buoni risultati nel gruppo di persone incluse nello studio non significa che il trattamento sia adatto a tutti». L'obiettivo dello studio era infatti verificare l'efficacia della terapia, senza valutare nel dettaglio gli aspetti legati alla sicurezza. E la terapia a base di testosterone - come ricordano gli autori - potrebbe aumentare il rischio a lungo termine di tumore della prostata o di malattia cardiaca e inoltre tende a rendere il sangue più denso, aumentando il rischio di infarto e ictus. «Anche in questo caso è fondamentale riconoscere gli uomini particolarmente a rischio e decidere se iniziare la terapia solo dopo aver valutato con attenzione rischi e benefici» conclude Cunningham.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO
Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico


Potrebbe interessarti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Salute maschile
17 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Amore al capolinea
Sessualità
26 gennaio 2018
Notizie e aggiornamenti
Amore al capolinea
Violenza sulle donne: non riconosciuta dagli operatori in pronto soccorso
Sessualità
04 dicembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Violenza sulle donne: non riconosciuta dagli operatori in pronto soccorso
L'esperto risponde