Attività fisica contro l’ansia

02 marzo 2010
News

Attività fisica contro l'ansia



di Luigia Atorino

Praticare costantemente esercizi fisici aiuterebbe a risolvere i disturbi d'ansia in individui sedentari affetti da malattie croniche. Queste le conclusioni di un'ampia raccolta di studi realizzata da alcuni ricercatori di Atene. Condizione spesso non riconosciuta e, quindi, non analizzata né tanto meno trattata, l'ansia contribuisce a peggiorare notevolmente la qualità della vita di chi già soffre di altre patologie in maniera cronica. L'indagine ha previsto la selezione e l'analisi di numerosi studi, pubblicati su riviste internazionali tra gennaio 1995 ad agosto 2007, e riguardanti oltre 2.900 persone sedentarie costantemente affette da problemi di salute. Secondo gli autori, specifici programmi di attività fisica, praticati per non più di 12 settimane e comprendenti lezioni della durata di almeno 30 minuti, sarebbero in grado di ridurre di circa il 30% i sintomi dell'ansia rispetto alla conduzione di una vita sedentaria senza il ricorso ad alcun intervento. «L'attività fisica per poter alleviare l'ansia deve entrare a far parte della giornata dei malati cronici, ma non essere vissuta come un impegno gravoso da portare obbligatoriamente a termine» ha commentato Matthew P. Herring, principale autore dello studio. «Non deve diventare un peso, un dovere o un ulteriore problema da affrontare».


Archives of Internal Medicine 2010;170(4):321-331


Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
L'esperto risponde