Polmoni sani con dieta ricca di fibre

15 marzo 2010
News

Polmoni sani con dieta ricca di fibre



Una dieta con un elevato contenuto di fibre proteggerebbe dallo sviluppo di serie patologie a carico dell'apparato respiratorio. La conferma arriva da Raphaelle Varraso del French national health institute che, nell'ambito di un'ampia indagine, riguardante più di 100mila uomini e donne americani, ha voluto chiarire se l'adozione di specifiche abitudini alimentari possa tenere lontano il rischio di ammalarsi di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), una grave malattia che colpisce sia bronchi sia polmoni. Attraverso dettagliati questionari distribuiti a tutti i partecipanti, è stato calcolato quante fibre venivano consumate in totale e quante erano quelle derivanti da specifici alimenti, quali frutta, cereali e vegetali. A prescindere da alcuni fattori, tra cui età, sesso, peso corporeo, abitudine al fumo e attività fisica, per coloro che hanno mangiato regolarmente cibi ricchi di fibre, il rischio di contrarre la suddetta malattia polmonare è risultato un terzo di quello osservato nelle persone che non ne assumevano affatto. «I nostri risultati dimostrano, per la prima volta, che mangiare molte fibre protegge i nostri polmoni da seri problemi e che quelle più vantaggiose sono quelle presenti nei cereali» ha commentato Varraso.


Am J Epidemiol. 2010 Feb 19. [Epub ahead of print]


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
L'esperto risponde