Non è lo zucchero che fa ingrassare

07 giugno 2010
News

Non è lo zucchero che fa ingrassare



La vera causa dell'obesità nei bambini non è dovuta a un eccessivo consumo di bibite gassate e patatine fritte, ma piuttosto alla mancanza di una regolare attività fisica. È questo il risultato di una ricerca indipendente condotta dalla nutrizionista inglese Sigrid Gibson. Le sue conclusioni si basano sulla valutazione di due studi separati - uno condotto nel 1983 e l'altro nel 1997 - sul consumo di zucchero di due campioni differenti di bambini inglesi. Quello che emerge lascia poco spazio al dubbio e fa propendere la responsabilità dell'aumento del peso corporeo nei bambini alla sedentarietà. Dalle due indagini prese in considerazione, infatti, si evidenzia come il consumo di zucchero nei ragazzini fosse, mediamente, di 115 grammi al giorno nel 1983 e di 113 nel 1997. A fronte di questi dati pressoché simili, l'incremento ponderale dei bambini del Regno Unito nel periodo di tempo tra uno studio e l'altro è stato di 1,9 chilogrammi nel gruppo 10-11 anni di età e di 3,4 chilogrammi nel gruppo 14-15 anni. «Nonostante il consumo di zucchero sia rimasto invariato nel corso degli anni, colpisce l'aumento del soprappeso generico nei bambini», conclude la Gibson. «E' quindi evidente che riporre troppa attenzione sul regime alimentare distoglie lo sguardo da quello che è il vero responsabile del peso in eccesso, cioè la mancanza o la poca predisposizione all'attività fisica».

J Hum Nutr Diet. 2010 Mar 23. [Epub ahead of print]


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
L'esperto risponde