Italiani poco sportivi

14 luglio 2010
Focus

Italiani poco sportivi



I Mondiali di calcio appena conclusi confermano che lo sport in tv è tra gli spettacoli preferiti dagli italiani, ma quando si tratta di praticarlo la platea degli appassionati si svuota. A confermarlo una recente ricerca di Eurobarometro sulle abitudini sportive nei 27 paesi dell'Unione: in Italia soltanto il 3% della popolazione si dedica regolarmente a una disciplina sportiva, percentuale che colloca l'Italia in fondo alla classifica assieme a Grecia e Bulgaria.

Va subito detto che dall'indagine, condotta nell'ottobre scorso attraverso interviste a circa 27mila cittadini europei, sono pochi i paesi dell'Unione che ne escono bene: soltanto in sette, infatti, il numero di coloro che fanno sport con assiduità supera la metà della popolazione totale. È anche vero, peraltro, che dall'indagine di Eurobarometro emerge un'Europa incline all'attività fisica: il 40% degli intervistati dichiara di praticare una disciplina sportiva almeno una volta alla settimana e, più in generale, il 65% afferma di esercitare una qualche forma di attività fisica con la stessa frequenza. Ovviamente l'età influisce in modo sensibile sulle medie: tra i 15 e i 24 anni fa sport almeno una volta alla settimana il 61% degli europei, tra i 25 e i 39 sono il 44% e tra i 55 e i 69 si scende al 33%. Anche il genere è determinante: nella fascia tra i 15 e i 24 anni i ragazzi che fanno attività fisica sono il 71%, tra le ragazze invece la percentuale scende al 50%; con il progredire dell'età, tuttavia, il divario si attenua e nelle fasce più adulte la forbice tende a scomparire.

Altro elemento determinante nella propensione all'attività fisica è il livello culturale: tra gli europei che hanno cessato gli studi entro i 15 anni il 64% dichiara di non praticare alcuno sport; tra coloro che hanno smesso di studiare superati i vent'anni, invece, la media scende al 24%. «Poiché livelli più elevati di educazione sono abitualmente correlati a migliori standard di vita» scrivono gli esperti di Eurobarometro «i dati suggeriscono che i cittadini europei più istruiti mettono l'attività fisica in relazione con la salute e una buona qualità di vita». E infine la classifica per paese. L'Italia, come si diceva, non fa una bella figura. Invece, chi esce meglio dalla ricerca di Eurobarometro sono soprattutto i paesi del nord Europa: in Svezia, Finlandia e Danimarca la media di coloro che praticano sport con serietà (4 o 5 volte alla settimana) e con regolarità (una volta alla settimana) va dal 64 al 72% e pone i tre paesi saldamente in testa alla classifica.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Salute femminile
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Candida, cosa fare
Salute femminile
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Candida, cosa fare
L'esperto risponde